Samantha Urbani

Policies Of Power

2017 (Lucky Numbers/URU) | wave-pop

Ai tempi in cui capitanava i Friends, vale a dire nel pieno del revival anni 80, Samantha Urbani era una quasi-celebrità nel mondo indie e quel suo smagliante sorriso da bionda capricciosa fungeva da perfetto ponte tra la vecchia era della new wave e la moderna Brooklyn. E questo per tacere di quando realizzava cover degli Smiths assieme a un altro gradissimo nostalgico degli anni 80 quale Twin Shadow. Ai tempi del successo e delle attenzioni mediatiche, Samantha era pure impegnata in una relazione sentimentale con Dev Hynes, e tutto sembrava andare per il meglio.
Ma le mode corrono alla svelta, la vita talvolta ti raggiunge e ti sorpassa senza lasciarti il tempo di recuperare. Finita l'avventura con la propria band, e finita la storia con Dev, Samantha è entrata in un tunnel di situazioni personali caotiche che l'hanno tenuta fuori gioco per oltre un lustro - e l'industria discografica non è certo stata ad aspettarla. Non solo, nel momento in cui la carriera dell'ex-compagno ha letteralmente spiccato il volo, entrando nei cuori di migliaia di persone, Samantha si è trovata automaticamente bollata come la classica presenza femminile di contorno, pronta per essere rimpiazzata dalla nuova voce di turno. Nel caso non si fosse capito, un titolo come "Policies Of Power" arriva esattamente in risposta a tali dinamiche: oggi Samantha è una donna amareggiata dalla vita (leggi: incazzata nera).

Tuttavia, Samantha sa come evitare di cadere in scontate retoriche di sorta. Il suo lirismo pungente e senza peli sulla lingua è chiaramente frutto di paturnie del più moderno mal di vivere, un'attitudine un po' alla Paisley Underground, un po' da ragazza interrotta, che le consente di districarsi con personalità anche attraverso queste ormai abusate sonorità wave-pop anni 80. Dal punto di vista del songwriting, poi, le cinque tracce di "Policies Of Power" possono solo essere descritte come "classicamente perfette", e il risultato complessivo è un centro pieno.

Certo la gestazione di questi 22 minuti di musica è stata fin troppo lunga e travagliata; per esempio, le irresistibili "1 2 3 4" (quest'ultima disponibile anche in lingua spagnola) e "You Know I Know" erano già edite un paio di anni fa. La lentezza con la quale Samantha sta uscendo dal proprio guscio è a dir poco snervante, ma questo senso di dolorosa riscossa - tanto energica quanto sofferta - si rispecchia appieno nella sua arte.
Una rabbia triste e nervosa anima "Hints & Implications", la trascinante traccia d'apertura che musicalmente si posta a cavallo tra la Solange di "True" e l'indie-Aor dei Crying, con chitarre ruggenti e un'ingombrante drum machine a supportare una melodia di cristallo. Gli oltre sei minuti di "Go Deeper" rappresentano invece il momento più introspettivo dell'Ep, il semplice ma efficace lavoro di produzione colora con grazia l'andamento in continuo stop&go.
Ma è sul gran finale di "Time Time Time" che Samantha sfodera tutto il suo meglio: potrebbero esserci Prince alle tastiere, Phil Collins alla batteria e Kate Bush e Paula Abdul ai cori, tutti assieme in un tripudio di lustrini ed emozioni a fior di pelle, ma a conti fatti un pezzo del genere non fa altro che rappresentare al meglio la summa dell'Urbani-pensiero nel 2017.

Formalmente, "Policies Of Power" non sta apportando niente di nuovo in campo musicale, la sola foto di copertina è un tripudio madonnaro eseguito senza alcun ritegno, come se Samantha volesse mettere le mani avanti per tutte le volte che viene paragonata alla Ciccone (cosa che in effetti avviene regolarmente). Ma questa novella eighties girl riesce a rendere fresco ed emozionante anche il più abusato dei revival, di fronte a un songwriting così genuino e ben eseguito non si può proprio rimanere indifferenti.
Si rimpiange giusto la durata troppo esigua del lavoro, avesse aggiunto qualche traccia in più avremmo avuto uno degli album pop più goderecci dell'anno. Poco male; anche in soli 22 minuti, "Policies Of Power" è più che sufficiente per esorcizzare quella lugubre sensazione di un'estate che sta già finendo.

(29/08/2017)



  • Tracklist
  1. Hints & Implications
  2. You Know I Know
  3. 1 2 3 4
  4. Go Deeper
  5. Time Time Time




Samantha Urbani on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.