Tee Lopes

Sonic Mania

2017 (Data Discs) | videogame music, house, synth-funk, acid jazz

Passata la sequela di titoli storici su Mega Drive, la saga di Sonic non ha più davvero riscosso l'unanimità a livello di apprezzamento, per quanto il pubblico abbia continuato a seguirla. Dopo aver inserito caterve di nuovi personaggi, tentato ogni approccio grafico possibile, sviscerato a fondo le possibilità del 3D, trasformato il gioco in flipper e corsa automobilistica, modificato l'aspetto del protagonista da sbarazzino a invasato col ghigno, che cosa avrebbe potuto raccontare il riccio blu nel 2017?
La Sega ha con lungimiranza deciso di passare la palla a Christian Whitehead, programmatore indipendente che ha riportato l'interesse sui vecchi episodi della saga, convertendoli per i nuovi apparecchi. Essendo un fan del Sonic della prima ora, e non avendo plausibilmente gradito gli ultimi sviluppi, Whitehead ha così deciso di tornare alla base.
Si prendono una manciata di livelli dagli episodi del Mega Drive, si ritoccano, e si aggiungono cinque nuovi livelli con lo stesso stile grafico, solo più dettagliati di quanto non consentisse la console originale. Il risultato è uno dei giochi dell'anno, un capolavoro di giocabilità e fluidità, un'esplosione di colori e parallasse, che ha mandato in deliquio i nostalgici e attirerà probabilmente una nuova schiera di fan, date le recensioni entusiastiche raccolte in ogni angolo della rete.

E la musica? Il tasto più dolente per i capitoli più recenti della saga è proprio quello. Tanto geniali e iconici erano suoni e melodie sui capitoli del Mega Drive, tanto via via nel pacchiano sono scaduti quelli venuti in seguito. Dalle chitarre hard-rock più patinate al dubstep più commerciale, c'è di che rimanere imbarazzati.
Whitehead ha però voluto assicurarsi un prodotto perfetto, chiamando al suo cospetto il musicista portoghese Tee Lopes, che si era fatto conoscere anni fa con alcuni remix dei vecchi temi di Sonic, postati sulla sua pagina YouTube.
Lopes ha già lavorato in altre colonne sonore, ma questo è il suo primo lavoro ad aver un profilo davvero mainstream. La scioltezza con cui ha gestito l'operazione fa tuttavia pensare a un navigato maestro del settore.
I vecchi livelli sono presenti con i relativi temi, opportunamente tirati a lucido, mentre i nuovi hanno sottofondi alla ricerca di una continuità stilistica con quelli già esistenti.

Gli episodi di Sonic su Mega Drive si avvalevano di un sintetizzatore Yamaha, che costituiva il reparto audio della console, mentre "Sonic Cd", uscito per l'estensione con supporto ottico, introdusse nuovi arrangiamenti, basati su campionamenti di qualità. Nel rileggere i vecchi temi Lopes è partito da dove le colonne sonore di "Sonic Cd" (una per il mercato nordamericano e una per il resto del mondo) avevano lasciato, colmando ovviamente i limiti tecnici dell'epoca e ottenendo un suono decisamente più denso. Non per forza migliore, ma di certo impeccabile, dinamico, evocativo e fortemente personale, ben distinguibile nonostante parta con l'intento di omaggiare un vecchio modello.
Ecco quindi un'enciclopedia con oltre due ore di musica, che dà nuovo lustro a sonorità elettroniche originarie dei primi anni Novanta.
Funk digitali che potrebbero sembrare demo del Prince di "The Gold Experience", assemblaggi acid jazz con battiti suadenti e tastiere dal timbro fusion, fiati mimati al sintetizzatore e assoli di chitarra da karaoke, house con pianoforti sognanti e techno martellante segnata da intricati sinfonismi elettronici, hip-hop strumentale con temi influenzati dalla musica etnica e batterie elettroniche squadrate come quelle del new jack swing, bassi distorti degni di un rave che contrastano pop ambientali adatti a qualche anime malinconico, e chi più ne ha più ne metta.

Dai primi due episodi sono stati presi "Green Hill Zone", "Chemical Plant Zone" e "Oil Ocean Zone", temi che marchiarono a fuoco il sound del Mega Drive, firmati dal bassista dei celebri Dreams Come True, Masato Nakamura. Non è facile approcciarsi a simili pietre miliari della musica del Novecento, ma Lopes non opera casualmente. Oltre alle versioni del gioco ha probabilmente anche ascoltato gli arrangiamenti in studio realizzati dall'autore originario, resi noti al pubblico nel 2011 in occasione del ventennale di Sonic, e ne avrà tratto la dovuta ispirazione.
Ogni tema ha due versioni, come accade da sempre, dato che ogni livello di Sonic è - in linea di massima - diviso in due parti. Lo schema è chiaro sin dai primi ascolti: nella prima parte è stato inserito il vecchio tema in una versione che, pur con un diverso arrangiamento, ripercorre fedelmente l'originale. Nella seconda invece arrivano i deragliamenti e si assiste a fughe verso mondi impensabili. Ecco che "Green Hill Zone" diventa un pezzo house dal sentore sudamericano, "Chemical Plant Zone" un incubo cyberpunk e "Oil Ocean Zone" un miscuglio di Arabia, dance e bassi saturi.

Da "Sonic 3" e "Sonic & Knuckles", all'epoca giocabili come un unico prodotto grazie all'incastro fra le due cartucce, sono stati tratti "Hydrocity Zone", "Flying Battery Zone" e "Lava Reef Zone". È qui impossibile conoscere gli autori dei brani, dato che vennero curati da una squadra di molte persone, accreditate collettivamente. Non figurò nella lista un certo Michael Jackson, che pure aveva composto più di un brano, probabilmente a causa degli scandali che lo travolsero nel 1993. Chiunque li abbia ideati, si tratta comunque di temi memorabili, particolarmente frenetici, che Lopes pompa ulteriormente, traendone veri e proprio carri armati di ritmo e sfarfallii sintetici. L'autore emerge nei livelli inediti, con temi che si rivelano all'altezza dei classici. Sembra quasi di conoscere da sempre la classic house che segna la prima parte di "Studiopolis", così come la mutazione carnevalesca della seconda sezione.
Le atmosfere rarefatte di "Press Garden", specialmente nella seconda parte, mostrano un minuzioso studio del pop giapponese intorno al 1990, oltre che delle colonne sonore del Pc Engine. I virtuosismi strumentali di "Titanic Monarch", ora per chitarra ora per sintetizzatore, ricordano neanche troppo alla lontana le orchestrazioni di Joe Hisaishi. I temi dei duelli con Ivo Robotnik sono all'insegna del ritmo più martellante, che siano hardcore da rave ("Ruby Delusions") o maestoso industrial per campionamenti sinfonici ("Ruby Illusions").
L'unico momento fuori luogo è proprio "Friends", concessione a sonorità attuali e tema d'apertura, utilizzato per il trailer di presentazione del gioco. Si tratta tuttavia di poco più di un minuto. Già con "Comfort Zone", sottofondo per il menù principale, si viene rapiti in un tripudio retrofuturistico da lacrime agli occhi.

Quella di Lopes non è solo una minuziosa opera di ricostruzione storica, né solo un pantagruelico aggiornamento di trend che erano rimasti indietro di decenni. È anche un monumento alla memoria di una falange della musica che sia il grande pubblico, sia la critica sembrano avere un po' accantonato e che aveva invece un potere evocativo impressionante. È infine un caleidoscopio che riesce nel miracolo di bissare la quantità di colori presente nel videogioco. In qualche modo, una sorta di versione sonora di quei fondali in parallasse.
Era da "Sonic & Knuckles", nel lontano 1994, che una colonna sonora della saga non raggiungeva simili vette, e si tratta con ogni probabilità della migliore musica per video game che ascolterete quest'anno.

Nota - Data Discs ha pubblicato su vinile una selezione dei brani presenti nel videogioco (per la precisione, quelli firmati da Lopes in persona). Tuttavia, rinunciare ai vecchi temi riarrangiati sarebbe criminoso, si raccomanda quindi l'ascolto dei game rip presenti in rete, che ripropongono la versione integrale della colonna sonora. Posto che ovviamente, nel caso possediate una console che lo supporti, l'acquisto del gioco è pressoché obbligatorio.

(28/09/2017)

  • Tracklist
Vinile:
  1. Discovery (Title Screen Theme)
  2. Lights, Camera, Action! (Studiopolis Act 1)
  3. Wildstyle Pistolero (Mirage Saloon Act 1 K Mix)
  4. Tabloid Jargon (Press Garden Act 1)
  5. Danger on the Dance Floor (Mini Boss Theme)
  6. Built to Rule (Titanic Monarch Act 1)
  7. Dimension Heist (Special Stage)
  8. Ruby Delusions (Eggman Boss Theme 1)
  9. Comfort Zone (Main Menu)
  10. Prime Time (Studiopolis Act 2)
  11. Blossom Haze (Press Garden Act 2)
  12. Rogues Gallery (Mirage Saloon Act 2)
  13. Hi-Spec Robo Go! (Hard Boiled Heavies Theme)
  14. Skyway Octane (Mirage Saloon Act 1 ST Mix)
  15. Steel Cortex (Titanic Monarch Act 2)
  16. Ruby Illusions (Final Boss Theme)

Game rip:
  1. Friends ~ Opening Theme
  2. Alternate Opening Theme
  3. Discovery ~ Title Screen Theme
  4. Comfort Zone ~ Main Menu
  5. Save Select Screen
  6. Angel Island Zone Cutscene
  7. Hard Boiled Heavies Mischief Theme
  8. Green Hill Zone Act 1
  9. Green Hill Zone Act 2
  10. Chemical Plant Zone Act 1
  11. Chemical Plant Zone Act 2
  12. Studiopolis Zone Act 1 ~ Lights, Camera, Action!
  13. Studiopolis Zone Act 2 ~ Prime Time
  14. Flying Battery Zone Act 1
  15. Flying Battery Zone Act 2
  16. Press Garden Zone Act 1 ~ Tabloid Jargon
  17. Press Garden Zone Act 2 ~ Blossom Haze
  18. Stardust Speedway Zone Act 1
  19. Stardust Speedway Zone Act 2
  20. Hydrocity Zone Act 1
  21. Hydrocity Zone Act 2
  22. Mirage Saloon Zone Act 1 ~ Skyway Octane - ST Mix
  23. Mirage Saloon Zone Act 1 ~ Wildstyle Pistolero - K Mix
  24. Mirage Saloon Zone Act 2 ~ Rogues Gallery
  25. Oil Ocean Zone Act 1
  26. Oil Ocean Zone Act 2
  27. Lava Reef Zone Act 1
  28. Lava Reef Zone Act 2
  29. Metallic Madness Zone Act 1
  30. Metallic Madness Zone Act 2
  31. Titanic Monarch Zone Act 1 ~ Built to Rule
  32. Titanic Monarch Zone Act 2 ~ Steel Cortex
  33. Competition and Time Attack Mode
  34. Results Screen
  35. Bonus Stage ~ Blue Spheres
  36. Special Stage ~ Dimensional Heist
  37. Danger on the Dance Floor ~ Mini Boss Theme
  38. Ruby Delusions ~ Eggman Boss Theme 1
  39. Eggman Boss Theme 2
  40. Chemical Plant Boss ~ Mean Bean Machine
  41. Stardust Speedway Boss ~ Metal Sonic
  42. Hi-Spec Robo Go! ~ Hard Boiled Heavies Theme
  43. Ruby Illusions ~ Final Boss Theme
  44. Egg Reverie ~ Extra Boss Theme
  45. Egg Reverie Pinch ~ Extra Boss Theme - Pinch Mode
  46. Act Clear
  47. Drowning
  48. Extra Life
  49. Game Over
  50. Countdown
  51. Speed Up
  52. Invincibility
  53. Super Sonic
  54. Ending
  55. "& Knuckles" Ending
  56. Credits
  57. Checkpoint ~ Reveal Trailer Theme
  58. Time Trials ~ Pre-Order Trailer Theme


Tee Lopes on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.