Big Ups

Two Parts Together

2018 (Exploding In Sound) | post-hardcore

Produrre tre album e poi farsi da parte, un po’ quello che in molti vorrebbero vedere dai nostri politici: un paio di mandati e tornare al proprio lavoro. Ma gli artisti restano artisti e i musicisti continueranno a far dischi, pur se sotto diverse spoglie. I Big Ups, da Brooklyn, pochi mesi dopo la pubblicazione di “Two Parts Together” hanno detto stop, annunciando l’inizio di un “indefinite hiatus”, deciso per far riguadagnare spazio a sé stessi e alle rispettive vite, dopo otto anni dedicati in maniera pressoché esclusiva a un progetto che li ha imposti come la più eccitante novità post-hardcore del decennio in corso.

Senza inventare nulla, il quartetto guidato da Joe Galarraga ha saputo attualizzare le coordinate musicali dei Fugazi (tanto per intenderci, ascoltate un attimino la qui inclusa “Fear”), consentendo di alleggerirne l’assenza. Anche in questo terzo capitolo le spezzettature di “Two Parts Together” e “In The Shade”, la calma apparente di “Trying To Love” e il tiro rabbioso di “PPP” rimandano espressamente alle migliori produzioni di Dischord e Touch & Go. La durata ridotta del disco (escludendo il breve post-rock strumentale “Tenmile” la tracklist conta appena sette tracce) non ne sminuisce il valore, ospitando quelle che con molta probabilità resteranno le ultime registrazioni della band, alternate alla rivitalizzazione di qualche rimanenza di magazzino, che per fortuna non è rimasta per sempre chiusa nei cassetti.

Le due tracce conclusive aggiungono poco al discorso, pur confermando il quartetto su livelli importanti. Paranoia e senso di claustrofobia finiscono non di rado al centro delle liriche, ma sono gli aspetti musicali a caratterizzare il progetto e a dare senso compiuto al titolo prescelto: le canzoni hanno quasi sempre un’evoluzione che le fa apparire come collage di brani diversi uniti fra loro, pur mantenendo una compattezza fuori dal comune.
Non ci resta che confidare, dopo un periodo di meritata pausa, nel desiderio di tornare a suonare assieme. Se così non dovesse essere, i Big Ups ci avranno comunque lasciato tre album preziosi, da custodire accanto alle pietre miliari del post-hardcore americano.

(28/12/2018)

  • Tracklist
  1. Two Parts Together
  2. In The Shade
  3. Trying To Love
  4. PPP
  5. Tenmile
  6. Fear
  7. Tell Them
  8. Imaginary Dog Walker


Big Ups su OndaRock
Recensioni

BIG UPS

Before A Million Universes

(2016 - Tough Love)
Conferme per i protagonisti della nuova scena newyorkese post-hardcore

BIG UPS

Eighteen Hours Of Static

(2014 - Tough Love)
L'esordio del quartetto newyorkese, il manifesto di una nuova stagione post-hardcore

Big Ups on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.