Blessed Child Opera

Love Songs/Complications

2018 (Seahorse) | alt-rock, folk-rock, songwriter

Il suono di Blessed Child Opera ha acquisito, negli anni e col passare delle uscite discografiche, i tratti di un corpo sempre uguale eppur sempre mutante, continuamente rifinito e sottilmente manomesso. Questo bilanciamento, a tratti spontaneo e a tratti artificiale, funziona e innerva dischi riusciti come "The Darkest Sea" (2013) e tende invece a farsi zavorra in "The Devil And The Ghosts Dissolved" (2015) e "A Wonderful Breath Of Life" (2017).

Il doppio "Love Songs/Complications" (2018), al contrario, volge a netta dicotomia questa ricerca d'equilibrio. Il primo cd, "Love Songs", coerente con il titolo, marca una vistosa regressione a una routine di ballata perlopiù acustica di qualità indistinta. Come dimostra il nerbo con cui arrangia la cantata folk-rock dolente di "I Force Myself", questo rimane comunque il territorio dove Messere vanta una dimestichezza con pochi eguali. Le canzoni sono però scoordinate, patetiche, semplicemente non riuscite, a parte alcune ("Boat Sunk Years Ago", "In Your Panties", il tango sconnesso di "Wondering In The Street") poco più che gradevoli, oltre al maestoso valzer alt-country di "Just Like A Mental State", quasi onirico. Manca un vero centro melodico a giustificarle.

"Complications", è uno dei suoi più irrazionali, caotici, creativi. "You Don't Need It" usa diverse tecniche: orchestrazioni claudicanti alla Tom Waits, campionamenti in stile trip-hop, andatura fatalista e strascicata alla Crime & The City Solution. Quest'inizio reboante si ritrova, variato nelle più impensate maniere, in quanto segue: nella fantasmagorica, sfaldata "Pray That God", nella cupa serenata elettronica di "Nothing Can Stop Me" (dalle parti del tardo Leonard Cohen), nel trambusto da medina che disturba e investe "Do You Have Chosen For Life?". "Live Forever In Oblivion" spinge del tutto sul clima di sospensione sinistra e dissociata; così fa anche "As A Gift From Some God", ma le sorgenti sonore sembrano moltiplicarsi e confondersi com in una sala degli specchi. "Kill That Bastard" è un piccolo incubo acid-rock. Queste intuizioni si ritrovano in parte anche nel solito momento dell'eleganza Nick Cave-iana al pianoforte, "Loosing In Your Arms".

Disorientante, colto ma godibile, atmosferico ma anche molto fisico: tolti i riempitivi, il secondo disco, "Complications", assomiglia spesso a una collezione di sonate da camera in miniatura ed entra di diritto nella lista dei suoi lavori felicemente riusciti. "Love Songs" sta dall'altra parte, tra i suoi peggiori; ribalta tutto e aggiunge pecche di concezione che si traducono in difficoltà d'ascolto.

(18/11/2018)

  • Tracklist
Cd 1 - Love Songs

  1. I Force Myself
  2. Torpore
  3. Bleeding On Me
  4. Boat Sunk Years Ago
  5. Bordering On Collapse
  6. Just Like A Mental State
  7. It's Easy To Ease It
  8. Today Is Not Those Days, Today Is Not Good Times
  9. You Know That Nothing Is Lost
  10. In Your Panties
  11. Wondering In The Street

Cd 2 - Complications

  1. You Don't Need It
  2. Pray That God Will Always Give Me The Strenght
  3. Nothing Can Stop Me
  4. Do You Have Chosen For Life?
  5. It's Not From Me
  6. Musty Fruits Pool
  7. Live Forever In Oblivion
  8. Kill That Bastard
  9. I'll Never Be
  10. As A Gift From Some God
  11. You Need Me As You Would Need Any Other
  12. Loosing In Your Arms
Blessed Child Opera su OndaRock
Recensioni

BLESSED CHILD OPERA

The Darkest Sea

(2013 - New Model / Audioglobe)
Paolo Messere si sposta a Trapani e disegna il suo disco più visionario

BLESSED CHILD OPERA

Fifth

(2011 - Red Birds / Seahorse)
La conferma della creatura di Paolo Messere, tra folk dolente e oscurità wave

BLESSED CHILD OPERA

Soldiers And Faith

(2008 - Seahorse)
Da Napoli gli alfieri del rock italico, con sfumature più oscure

BLESSED CHILD OPERA

Happy Ark

(2006 - Delta Italiana / CNI)
Le ballate noir della band di Paolo Messere, ex-Ulan Bator

Blessed Child Opera on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.