Blitzkrieg Baby

War Gods

2018 (Belšten) | post-industrial, angst-pop, avant-black

“War Gods” è la terza parte della trilogia su nastro magnetico realizzata dal norvegese Kim Sølve per la label svedese Beläten. L’Ep prosegue la serie iniziata con “Kid’s World” (2014) e proseguita con “Cannibal Commando” (2015). Pubblicato come i precedenti solo su cassetta e digitale, il nuovo lavoro continua sulle oscure coordinate mutanti delle precedenti uscite di Blitzkrieg Baby, progetto avant-black il cui genere è stato definito da Sølve stesso come “Norwegian Dystopian Electronic Music”. Per rendere meglio l’idea, s’immagini un perverso connubio tra MZ.412 e Haus Arafna con derive trip-hop marziali e orchestrali, non esenti da una macabra ironia.

“Cannibal Commando” veniva presentato come “la crème de la crème del mondo moderno: cannibalismo, crimini di guerra, assassini adolescenti, dominio del mondo e fine della civiltà alimentata dalla frustrazione senza fine generata dall’esistenza umana”. Anche il nuovo “War Gods” affonda le zanne nei mali dell’umanità con piglio squisitamente industrial-pop, dove il termine "pop" è da prendersi con molta cautela. Il brano omonimo e “Pig Boy No. II” si muovono nell’ambito di un angst-pop molto vicino al sound della Galakthorö, si pensi soprattutto a progetti come Te/DIS (aka Tempted Dissident).

Se nella strumentale “They All Died with Spit On Their Faces” siamo dalle parti di un death-industrial/dark-ambient che ricorda molto Brighter Death Now e Nordvargr, una traccia come “Bolt Hammer Kiss” non è esente da un certo fascino danzereccio che cavalca il beat, mentre la voce di Sølve ci narra d’imminenti estinzioni di massa. Nella traccia conclusiva, “Sicko”, prevale un connubio tra coldwave e lo spirito Ebm/electro-industrial dei primi The Klinik.

Siamo in presenza di un’ottima uscita che segna anche il ritorno della label svedese Beläten, dopo una breve pausa dovuta agli impegni del suo fondatore, Thomas Ekelund (meglio conosciuto come Trepaneringsritualen). In coincidenza dell’uscita del nuovo Ep di Blitzkrieg Baby, esce, sempre in cassetta e digitale, anche il nuovo singolo del duo olandese Distel. Il lavoro, intitolato “Nadagen”, mette in scena una forma eclettica di darkwave/angst-pop con tratti witch house, a riprova di una ricerca incessante e incompromissoria che fa della Beläten una vera e propria label di culto per tutti gli estimatori delle contemporanee sonorità post-industrial.

(17/05/2018)



  • Tracklist
  1. War Gods
  2. They All Died with Spit On Their Faces
  3. Pig Boy No. II
  4. Bolt Hammer Kiss
  5. Sicko
Blitzkrieg Baby on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.