Fallen

Ást

2018 (Time Released Sound & Time Sensitive Materials) | ambient, field recording

Il progetto ambient di Lorenzo Bracaloni a nome Fallen ha già dato vita a lavori interessanti quali “No Love Is Sorrow” e “The Secrets Of The Moon”. Messo temporaneamente da parte il suo alter ego folk (The Child Of A Creek), Bracaloni pubblica con un’etichetta americana il nuovo "Ást". Se l’attività di un artista, qualunque sia il suo campo di interesse può essere indubbiamente influenzata dalle circostanze delle vita privata, "Ást” ne è la prova.

La parola "Ást" significa amore in islandese e il disco nasce da una periodo di benessere e serenità personale che si rispecchia fedelmente negli otto brani. Registrato con pianoforte, piano elettrico, organo, sintetizzatori, field recording processati (pubblico, traffico, televisione, radio) e suoni tratti da oggetti trovati processati (carta, bottiglie), "Ást" è il suono di un equilibrio interiore ritrovato, di un porto sicuro che permette la riflessione e il ritrovare se stessi lontano dalla frenesia e dai ritmi ossessivi imposti dalla società, l’attenzione sulle cose più autentiche troppo spesso sottovalutate.

Come dice lo stesso Bracaloni: “Ást è la vita di tutti i giorni che sorride, piange, combatte di notte, Ást è il battito del cuore, Ást è respirare". E il suo messaggio è quello di cercare di mettersi in sintonia con questo equilibrio con l’ausilio della sua musica. Brevi note di piano su tappeti di synth, registrazioni ambientali in sottofondo, saltuari corde pizzicate a ricreare una ricerca interiore che, da un verso, richiama più la spiritualità orientale, ma dall'altro lo fa con una strumentazione elettronica che ha più attinenza con la cultura europea.

Otto brani che rappresentano un’unica grande suite ambientale che va dai canti di uccelli con note di piano del primo movimento ai droni eniani del quinto, dall’impetuoso fluire del terzo alla miscela di piano e elettronica dell’ottavo. Ma cercare di descrivere i brani singolarmente è riduttivo, in quanto "Ást" va inteso come un unico lungo percorso di circa quarantacinque minuti, che tra momenti di pace e altri di tensione rappresenta la duplicità perenne dell'animo umano, diviso costantemente tra serenità e insicurezza, in un equilibrio troppo spesso sfavorevole tra la ricerca interiore e l'opprimente vortice della modernità. Un percorso in cui l'ascoltatore potrebbe anche trovare una soluzione o un’ispirazione alla ricerca di nuove chiavi di lettura della propria esistenza.

(16/05/2018)



  • Tracklist
  1. Ást I
  2. Ást II
  3. Ást III
  4. Ást IV
  5. Ást V
  6. Ást VI
  7. Ást VII
  8. Ást VIII
Fallen su OndaRock
Recensioni

FALLEN

No Love Is Sorrow

(2017 - AOsmosis)
Il secondo album del progetto italiano si muove tra Alan Parsons e le suite di Mike Oldfield

FALLEN

The Secrets Of The Moon

(2015 - Psychonavigation - Tranquillo)
La transizione ambientale del menestrello abruzzese Lorenzo Bracaloni

Fallen on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.