Hammock

Universalis

2018 (Hammock Music) | ambient, post-rock

“Universalis” arriva, a distanza di un anno, come il secondo quadro di un trittico particolare nell’ampia discografia degli Hammock, rivolto alla spiritualità e alla più commossa contemplazione del mistero dell’esistenza. Da luttuose circostanze familiari si elevava la preghiera corale di “Mysterium”, probabilmente il lascito più commovente del longevo progetto di Nashville, Tennessee: un inno di resurrezione non privo di ombre, chiaroscurale nell’accezione più poetica del termine, lasciando convivere il dolore e la speranza in una partitura atmosferica abbacinante.

Questo secondo capitolo elude in parte la specificità del suo predecessore, riprendendo gli elementi alla base dello stile “storicizzato” del duo: chitarre dall’ampio riverbero, giri di pianoforte che dalla tonalità minore atterrano immancabilmente su un trionfale accordo maggiore, qualche occasionale ritmo di batteria d’ascendenza post-rock; in tutto ciò gli inserti orchestrali sono comunque pervasivi ed efficaci, tra archi ed elevazioni di ottoni avvolgenti alla Jóhann Jóhannsson dei tempi di “Fordlândia”. Una marca sonora intensamente emozionale che almeno da un decennio abbiamo imparato a riconoscere e che puntualmente esercita un influsso quasi magico sull’ascoltatore.

Certo, in termini di composizione il confronto con “Mysterium” risulta impietoso: se quello infatti si sviluppava come un requiem dai movimenti più distinti, “Universalis” accarezza corde più a lungo interiorizzate e dunque assecondate in piena spontaneità, apparendo come una raccolta di variazioni sullo stesso, conciliante e rarefatto tema ambient.
Ma se quel che cercate è un ideale accompagnamento per le vostre dormiveglie, sereno e privo di sbalzi nel mood, anche questa volta gli Hammock saranno i vostri fedeli compagni.

(19/12/2018)

  • Tracklist
  1. Mouth To Dust... Waiting
  2. Scattering Light
  3. Universalis
  4. Cliffside
  5. Always Before Your Eyes
  6. We Are More Than We Are
  7. Tether Of Yearning
  8. Clothed With Sky
  9. Thirst
  10. We Watched You Disappear
  11. Tremendum
Hammock su OndaRock
Recensioni

HAMMOCK

Mysterium

(2017 - Hammock Music)
L'intenso requiem del duo ambient diviene un inno di trascendenza spirituale

HAMMOCK

Departure Songs

(2012 - Hammock Music)
Quasi due ore di fluttuazioni ipnotiche sublimano l'espressione del duo di Nashville

HAMMOCK

Chasing After Shadows... Living With The Ghosts

(2010 - Hammock Music)
Il duo americano si immerge in settantadue minuti di flusso sonoro mai così denso e onirico

HAMMOCK

Longest Year Ep

(2010 - Hammock Music)
Un lungo Ep a tema invernale per il duo ambientale di Nashville

HAMMOCK

Maybe They Will Sing For Us Tomorrow

(2008 - Darla)
Atmosfere delicatamente rarefatte per il nuovo lavoro della band del Tennessee

Hammock on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.