Hollie Cook

Vessel Of Love

2018 (Merge Records) | reggae, tropical-pop

Il patrimonio genetico di Hollie Cook è di quelli che ti segnano il destino, la mamma, Jeni Cook, è stata la corista dei Culture Club, mentre il padre, Paul Cook, era il batterista dei Sex Pistols, a questo si aggiunge la presenza di Boy George come padrino, nonché il curioso ruolo di occasionale baby-sitter di David Bowie. Non va poi dimenticata la presenza di Hollie nella seconda formazione della punk band tutta al femminile delle Slits, le cui sorti furono funestate dalla morte di Ari Up nel 2010.

Con queste credenziali anche i non fan del pop-reggae saranno incuriositi da questa nuova avventura discografica della giovane cantante inglese, che ama definire il suo stile tropical pop. La presenza di Youth al banco di produzione e il cambio di etichetta (Merge) palesano la volontà della cantante di confrontarsi con un pubblico più vasto di quello finora conquistato con gli album precedenti. Le sonorità sono più solari e sognanti rispetto ai tre progetti pubblicati per la Mr. Bongo, reggae, dub e rocksteady restano i cardini principali delle dieci canzoni, solo la conclusiva “Far From Me” sposta l’asse verso un pop più ricercato e ambizioso con risultati peraltro interessanti (si ascolti l’assolo di tromba e l’eccellente chiosa orchestrale).

Il risultato è un disco vezzoso, stimolante per alcuni versi, frutto di un lavoro di produzione e scrittura più corali, “Vessel Of Love” non è comunque un album rivoluzionario, anche se privo di sbavature e invero gradevole, perfino quando prevale una certa routine. E’ altresì un piacere scorgere tra i musicisti i nomi di Alex Paterson, Keith Levene e Jah Wobble, il cui tocco è evidente nell’incalzante e commovente "Stay Alive" e nella più solare e romantica “Freefalling”. Senza alcun dubbio la loro presenza concorre alla maggiore consapevolezza di Hollie, che mette a punto una delle sue canzoni più accattivanti (“Angel Fire”), evocando gli Specials nella trascinante “Ghostly Fading” e regalando una piccola delizia dub: “Together”.

Hollie Cook sta abilmente modificando la traiettoria del suo piacevole reggae-pop, iniettando un briciolo di soul (la title track) e lievi palpiti psichedelici (“Lunar Addiction”), rinvigorendo una formula sonora altrimenti prevedibile e dal fascino fugace. In questo interessante percorso “Vessel Of Love” è solo il primo passo verso la giusta direzione.

(23/02/2018)



  • Tracklist
  1. Angel Fire
  2. Stay Alive
  3. Survive
  4. Ghostly Fading
  5. Freefalling
  6. Lunar Addiction
  7. Turn It Around
  8. Vessel Of Love
  9. Together
  10. Far From Me 




Hollie Cook on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.