Jon Spencer

Spencer Sings The Hits

2018 (In The Red) | garage-blues

Jon Spencer deve proprio aver stretto un patto di sangue col demonio: a 53 anni "suonati" conserva un fascino giovanile, è il prototipo della moderna rockstar, ha una moglie invidiabile, ha imparato più o meno a suonare, canta da dio e ogni progetto che decide di portare avanti non è mai meno che interessante. Che possa proporre delle hit (come provocatoriamente proclamato dal titolo) è ovviamente un ironico controsenso per chi – come lui - ha sempre preferito disintegrare i dogmi e ricostruirli secondo la propria estetica, piuttosto che assicurarsi qualche passaggio radiofonico in più.

Oggi punta tutto sui super-riff di “Beetle Boots”, sulla meravigliosa enfasi di “Ghost” e sulla sana energia di “Overload” per confortare la nicchia che lo ha sempre sostenuto. Solo un paio di tracce superano i tre minuti, per il resto queste dodici hit immaginarie volano via che è un piacere, lasciando come retrogusto il sottile desiderio di riascoltare tutto dall’inizio. E noi continueremo a rotolarci nell'eccitante caos ordinato di “Trash Can” e nelle acide intersezioni spazio-temporali di “Alien Humidity”, pronte a lanciare in orbita la versione più noise mai udita dei Pixies.

Jon Spencer a questa tornata ospita sul proprio van carico di chitarre e pedali fuzz Sam Coomes dei Quasi, addetto a basso e synth, e il batterista M.Sord. E’ la prima volta che incide a proprio nome, e il risultato di questa sorta di esordio solista è il sound al quale ci ha abituati da tempo immemore: blues scorticati, scarnificati, destrutturati, sciolti nell’acido del punk, arsi al sole del garage-rock, ricostruiti attraverso quelle scosse telluriche mai affievolitesi, nonostante gli eccessi di una vita e l’avanzare dell’età.

(17/11/2018)

  • Tracklist
  1. Trash Can
  2. Fake
  3. Overload
  4. Time 2 Be Bad
  5. Ghost
  6. Beetle Boots
  7. Hornet
  8. Wilderness
  9. Love Handle
  10. I Got The Hits
  11. Alien Humidity
  12. Cape




Jon Spencer Blues Explosion su OndaRock
Recensioni

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Meat And Bone

(2012 - Bronzerat Records)
A 8 anni da "Damage", torna la band che ha rivoluzionato il modo di concepire il blues-rock

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Dirty Shirt Rock 'n' Roll

(2010 - Shout! Factory)
Bella retrospettiva dei primi dieci anni di vita del più importante progetto di Jon Spencer

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Controversial Negro (ristampa)

(2010 - Essential)
Ristampa con inediti dell'energico live registrato nel 1996 per il mercato giapponese.

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Jukebox Explosion Rockiní Mid-90s Punkers!

(2007 - In The Red)
Dell'esplosione resta il fumo

BLUES EXPLOSION

Damage

(2004 - Sanctuary Records)

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Plastic Fang

(2002 - Extralabels)
Il blues-rock fiammeggiante di mister Spencer

JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Orange

(1994 - Matador)

Il disco della ri-esplosione blues-rock degli anni Novanta

Live Report
Jon Spencer on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.