Kathryn Joseph

From When I Wake The Want Is

2018 (Rock Action) | songwriter, folk, elettronica

Joseph non è il vero cognome di questa talentuosa e dolente cantautrice scozzese, bensì il nome del bimbo che Kathryn Sawers ha perso ad appena una settimana dalla nascita. Nonostante suoni il piano e canti da che ha undici anni, prima di questo tragico, straziante evento, la cantante di Inverness non aveva mai considerato la carriera da musicista. Quando all’età di ventitré anni la Sanctuary – mica pizza e fichi - le offrì un contratto, lei ringraziò e, cortesemente, declinò. Non si sentiva pronta, o brava abbastanza; preferì dunque lavorare come cameriera ed esibirsi sporadicamente, qualche sera in qualche pub, qua e là, senza troppo impegno o pressioni. Diciassette anni dopo, quando la Sawers aveva ormai quaranta anni, la tremenda fatalità che colpì il suo piccolo le risvegliò però l’ispirazione e di lì al funesto “Bones You Have Thrown Me and Blood I've Spilled” – il titolo parla praticamente da solo, ma recuperarsi il disco sarebbe cosa buona e giusta – fu un passo. I paragoni, nemmeno troppo azzardati, con PJ Harvey e Joanna Newsom si sprecarono e Kathryn Joseph si portò a casa il 2015 Scottish Album Of The Year, battendo candidati ben più famosi come Paolo Nutini, Belle & Sebastian e Young Fathers come fosse niente.

Oggi Kathryn Joseph si dedica alla musica a tempo pieno – nel 2017 ha rilasciato “Conflats”, primo disco del progetto Out Lines, che condivide con il suo produttore e amico Marcus Mackay e il cantante dei Twilight Sad James Graham – e ha una splendida bimba, Eve. Tutto sembra, per quanto possibile, tornato alla normalità, andarle per il meglio, azzarderei, eppure è sempre da spunti dolorosi che la Joseph trae la migliore ispirazione. Lo scorso anno la relazione tra la musicista e il suo partner e padre della sua bimba ha vacillato, così tanto da far decidere alla coppia di separarsi, almeno temporaneamente. Il cuore di Kathryn era ancora una volta spezzato, ma pulsante di desiderio, tremebondo, insanguinato. Non si dava tregua. È in queste condizioni che hanno preso forma le canzoni di “From When I Wake The Want Is”. E così ribollono di desiderio (“And It Will Lick You Clean”, la tremendamente intensa title track), si tormentano in un mare di rimorsi e pensieri tetri (“There Is No Good But You”).

Pianoforte e vocalizzi turbinanti e flessuosi sono ancora l’epicentro delle devastanti litanie di Kathryn Joseph, ma il contorno rispetto a “Bones You Have Thrown Me And Blood I've Spilled” è mutato radicalmente. Laddove nel disco d’esordio trovavamo una strumentazione prevalentemente acustica, in questo sophomore la fanno da padroni sfondi elettronici, loop ossessivi e fugaci esplosioni ritmiche – è probabilmente per questo che la produzione è stata affidata, invece che alla più tradizionalista Hits The Fan con cui la Joseph aveva lavorato finora, alla più moderna Rock Action dei Mogwai.
I dodici pezzi di “From When I Wake The Want Is” sono a tutti gli effetti una confessione, quasi psicoanalitica, e vanno pertanto considerati come un intenso tutt’uno, ma vale la pena raccomandare alcuni di essi, che svettano per completezza e autonomia. È il caso di “Tell My Lover”, dove le contorsioni vocali e le suggestioni mediorientali dell’elettronica ci conducono nei labirintici territori dei Dead Can Dance, o quello di “Weight”, in cui la voce trema come un ventre impazzito di desiderio.

Kathryn Joseph e il compagno hanno fatto pace, e dati i tanti guai che Kathryn ha già passato, ci viene da sperare vivamente che sia per sempre. In modo che la chanteuse possa finalmente provare a trovare ispirazione in giorni più tranquilli e luminosi.

(02/09/2018)

  • Tracklist
  1. IIII
  2. From When I Wake the Want Is
  3. And You Survived
  4. Tell My Lover
  5. And It Will Lick You Clean
  6. There Is No God But You
  7. Safe
  8. We Have Been Loved By Our Mothers
  9. Mouths Full of Blood
  10. Mountain
  11. Weight
  12. ^^


Kathryn Joseph su OndaRock
Recensioni

KATHRYN JOSEPH

Bones You Have Thrown Me And Blood I've Spilled

(2015 - Hits The Fan)
Dalla Scozia un tormentato esordio chamber-folk

Kathryn Joseph on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.