Klaus Johann Grobe

Du Bist So Symmetrisch

2018 (Trouble In Mind) | psych-pop, elettronica

C’è un flusso sonoro che avanza implacabile, raramente si fissa nella memoria, a volte è parte integrante di quella tecnologia che regola il nostro tempo, si confonde con il suono delle metropoli ma è anche una perfetta colonna sonora per piacevoli giornate bucoliche. Elettronica: un vocabolo che suscita sensazioni disparate, uno stile che nonostante tutto resta il vero spartiacque tra i nostalgici del rock anni 70 e i fautori della modernità.
Kraut-rock e synth-pop sono i due estremi critici sui quali si giocano duelli dialettici sempre più intransigenti; due correnti apparentemente diverse, eppur ricche di connessioni e di legami anche concettuali, quelli che il duo svizzero Klaus Johann Grobe ha intelligentemente messo in evidenza nei primi due album incisi per la Troube in Mind.

Come altri illustri predecessori (Hot Chip, Air, Phoenix, Metronomy), il duo rielabora elementi di musica kraut, ossessioni elettroniche dei Kraftwerk, il mood dei Tangerine Dream, brandelli di psichedelia in chiave pop, affiliando jazz, lounge e funky-disco con un sapiente equilibrio tra moderno e retrò. Più dilettevole che intellettuale, la musica degli svizzeri è a volte un perfetto ibrido tra le raffinatezze dei Steely Dan e le timbriche multicolori degli Stereolab (“Zu Spät”, “Watte In Meinem Kopf” ), il ritmo è incalzante e deciso al punto da poter riempire la pista da ballo senza smarrire classe e arguzia (“Von Gestern”).

I Klaus Johann Grobe citano gli anni 80 del synth-pop (“Out Of Reach”), evolvono le inflessioni kraut verso nuove frontiere pop affini a quelle dei Metronomy (“Siehst Du Mich Noch”, “Ja!”), non si fanno tentare dalla sperimentazione, senza però cedere al fascino di sonorità più rassicuranti (“Du + Ich”), incorniciando il tutto con un briciolo di psichedelia (“Sintemal 1”, “Sintemal 2”) e un accenno r’n’b (“An Diesem Abend”).
Sevi Landolt e Daniel Bachmann stanno reinventando la muzak con intelligenza e buon gusto, forse il loro nuovo album “Du Bist So Symmetrisch” difficilmente comparirà nei consuntivi di fine anno, ma senza dubbio catturerà con il suo fascino crossover un pubblico abbastanza variegato, grazie all’abilità del duo nel mettere insieme pop ed elementi musicali più nobili senza far storcere il naso ai puristi.

(28/11/2018)



  • Tracklist
  1. Discogedanken
  2. Ja!
  3. Der König
  4. Sintemal 1
  5. Von Gestern
  6. Watte In Meinem Kopf
  7. Out Of Reach
  8. Du + Ich
  9. Sintemal 2
  10. Siehst Du Mich Noch
  11. Zu Spät
  12. An Diesem Abend




Klaus Johann Grobe su OndaRock
Recensioni

KLAUS JOHANN GROBE

Spagat der Liebe

(2016 - Trouble In Mind / Cargo)
L'eccellente verve pop del duo svizzero, in un saggio di ironica psichedelia vintage

Klaus Johann Grobe on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.