Maisha

There Is A Place

2018 (Brownswood) | spiritual-jazz, afro

La scena jazz inglese sta vivendo una stagione ricca di interessanti frutti, soprattutto ora che tutta l’energia dell’attività concertistica sta confluendo in una serie d’importanti progetti discografici.
Già autori di un Ep (2016) per la Jazz re:freshed, i Maisha sono un gruppo londinese capitanato da Jake Long, ispirato alla spiritualità di Alice Coltrane e Pharoah Sanders, ma anche all’energia ritmica dell’afro-beat.
Amané Suganami, Twm Dylan, Tim Doyle, Yahael Camara-Onono, Shirley Tetteh e Nubya Garcia (quest’ultimi due già colleghi nei Jazz Warriors) sono i protagonisti di questa nuova affascinante avventura, che aggiunge un altro interessante tassello a un puzzle artistico sempre più ricco.

Con “There Is A Place” la band in parte ribalta la prospettiva più free-jazz e vulcanica di altre formazioni contemporanee, come ad esempio il duo Binker e Moses. Il suono è raffinato, intenso, le melodie fluttuano su sonorità di tastiere, flauti, archi e reminescenze esotiche che profumano di contemplazione e filosofie orientali (“Azure”), mentre la tensione ritmica amplia la coralità dell’insieme senza intaccarne la profonda spiritualità, sottolineando l’eccellente caratura dei musicisti coinvolti (“Eaglehurst/The Palace”).

E’ un progetto fortemente collettivo, “There Is A Place”, dove ogni strumento gioca il proprio ruolo all’interno di una dimensione corale che, pur devota alla tradizione, vive una forma estatica molto affine al percorso di rinnovamento di artisti come Kamasi Washington.
L’esuberanza festosa dell’intonazione ritmica afro-blues di “Kaa” e le nuance più esoteriche e magiche della title track proiettano i Maisha in una dimensione sonora dove passato presente e futuro sono un unico universo creativo.
Anche se è nel cosmic-jazz alla Sun Ra dei dodici minuti di “Osiris” e nei suoi elementi spuri (surf, reggae, folk-psych etc.) che si realizza in pieno quel fascino universale ed epico che è alla base di questo incantevole e singolare manifesto del jazz inglese contemporaneo.

(01/12/2018)



  • Tracklist
  1. Osiris
  2. Azure
  3. Eaglehurst / The Palace
  4. Kaa
  5. There Is a Place




Maisha on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.