Matt Elliott

Songs Of Resignation

2018 (autoprodotto) | sad-folk

Dopo aver ridato lustro al progetto Third Eye Foundation con “Wake The Dead” (2018), Matt Elliott ritorna a pubblicare a suo nome con un "non-album", una semplice raccolta di bozze improvvisate negli ultimi tre anni, esclusivamente strumentali, destinate a essere riviste e approfondite successivamente. Come lui stesso tiene a dire, “‘Songs Of Resignation’ non è un album di Matt Elliott, è il suo contrario”.
Nonostante la produzione si volutamente poco curata, traspare l’animo più autentico del musicista, che improvvisando nei momenti più disparati, coglie sensazioni che - come Elliott nota - sono impossibili da ricreare a mente fredda in un secondo momento. Da qui la scelta di pubblicare questo flusso di coscienza senza alcuna modifica, in brani che non vedranno mai luce ma che, nonostante tutto, hanno una propria identità.

Improvvisazioni nate d'impulso, in momenti di ispirazione che dovevano essere sfogati subito, senza mai essere state provate o studiate in precedenza; vere esplorazioni dell’anima fluttuanti ed eteree come nuvole nel cielo di una giornata d’estate, che possono esistere solo in quel determinato momento, ma che non potranno mai più ripresentarsi nello stesso modo. Permane l’aura malinconica tipica di Elliott, che trova il vertice nel suo capolavoro degli anni zero “Drinking Songs”, che persiste in tutta la sua discografia delle songs e oltre.

Il flusso ripetitivo delle stagioni (“Spring”, “Summer”, "Cold"), la preghiera disperata senza un dio che possa esaudirla (“Prayer”), il classico folk per perdenti (“Song For Your Futur Solitude”), siano essi ubriachi o vagabondi poco importa, fino alla rabbia impotente di “Va Te Faire Foutre” seguono il percorso che la poesia e la chitarra di Elliott hanno già battuto negli anni. “Songs Of Resignation” resterà nella memoria probabilmente come un piccolo assaggio di un prossimo lavoro solista, un gradito regalo per chi da anni segue con passione la poesia malinconica del musicista di Bristol.

(20/01/2019)



  • Tracklist
  1. Spring
  2. Song Of Resignation
  3. Summer
  4. Song For Your Futur Solitude
  5. The Cold
  6. A Loop Of Flowers
  7. Prayer
  8. The Willing Victim
  9. Va Te Faire Foutre
Matt Elliott su OndaRock
Recensioni

MATT ELLIOTT

The Calm Before

(2016 - Ici D'Ailleurs)
Una tempesta giungerà con dolcezza a salvarci dal male di vivere

MATT ELLIOTT

Only Myocardial Infarction Can Break Your Heart

(2013 - Ici D'Ailleurs)
L'ottimismo e il romanticismo secondo Matt Elliott, in un agrodolce misto di folk e atmosfere mitteleuropee ..

MATT ELLIOTT

The Broken Man

(2012 - Ici d'ailleurs)
Il cantautore inglese mette ancor più in primo piano le sue desolazioni in uno dei suoi lavori più minimalisti ..

MATT ELLIOTT

Failed Songs

(2009 - Ici D’Ailleurs)
Sette inedite "canzoni mancate", accluse al cofanetto che rinuisce la trilogia di "Songs" ..

MATT ELLIOTT

Howling Songs

(2008 - Ici D’Ailleurs)
Nell'ultimo capitolo della trilogia di songs, Elliott torna a gridare il suo tumulto interiore ..

MATT ELLIOTT

Failing Songs

(2006 - Ici D'Ailleurs / Acuarela)
Un nuovo centro per il cantore delle "Drinking Songs"

MATT ELLIOTT

Drinking Songs

(2005 - Acuarela/Ici d'Ailleurs)

MATT ELLIOTT

Drinking Songs

(2005 - Ici d'Ailleurs)
Il capolavoro folk che ha segnato gli anni Zero con fatalismo e rassegnazione

MATT ELLIOTT

The Mess We Made

(2003 - Domino)

News
Matt Elliott on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.