Richard Ashcroft

Natural Rebel

2018 (BMG) | pop-rock

Ci sono due modi per ascoltare il sesto album da solista di Richard Ashcroft. Il primo, probabilmente il più semplice, si basa sull'idea che "Natural Rebel" di ribelle non abbia proprio niente, ma che sia semplicemente un pastiche di tutte le velleità del cantautore di Wigan: languori romantici ("That's How Strong"), anamnesi del suo passato britpop ("That's When I Feel It", "Birds Fly"), spiluccamenti blues ("Born To Be Strangers"), pop orchestrale ("Surprised By The Joy", "A Man In Motion"), cantautorato crooneristico ("Streets Of Amsterdam") e rock'n roll serrato e malmostoso ("Money Money").
E probabilmente è proprio così. "Natural Rebel" è tutto questo.
Forse un po' piatto. Troppo condiscendente.

D'altro canto, la seconda possibile interpretazione consiste nel riuscire ad andare oltre le melodie non troppo originali del disco, per accorgersi di quanto queste dieci canzoni siano dirette, prive di sofisticazioni ma al contempo grandemente curate nei variegati arrangiamenti. La "naturale ribellione" del cantautore britannico altro non è che la sua strafottente felicità che non teme giudizi, che si avventura tra melodie semplici e serene, "alberi d'ulivo tra loro intersecati", un amore adamantino e, soprattutto, la capacità di riuscire ancora a sorprendersi e gioire delle piccole cose, avendo la premura di raccontarle apertamente.

Si poteva fare di meglio? Certamente. In fin dei conti il tanto vituperato "These People" di due anni fa, coi suoi azzardi elettropop, aveva più brio e intensità di quest'ultimo lavoro di Ashcroft, che invece ha un'anima romantica e un assetto omogeneo ma che potrebbe fare breccia nei cuori più sensibili. Anche se brani straordinari dell'era-Verve come "The Drugs Don't Work" e "Sonnet" sembrano ormai appannaggio del passato.

(22/10/2018)



  • Tracklist
  1. All My Dreams
  2. Birds Fly
  3. Surprised By The Joy
  4. That's How Strong
  5. Born To Be Strangers
  6. That When I Feel It
  7. We All Bleed
  8. A Man In Motion
  9. Streets in Amsterdam
  10. Money Money
Richard Ashcroft on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.