Golden Daze

Simpatico

2019 (Autumn Tone) | psych-jangle

Facilmente localizzabili a metà strada tra Real Estate e Whitney, i Golden Daze propongono in questo senso qualcosa di un po’ inflazionato ma non per questo meno gradevole o ispirato. “Simpatico”, infatti, loro secondo disco, è una buonissima collezione che parte un po’ dove partiva “Light Upon The Lake”, da un dream-folk che sa di West Coast come “Blue Bell” (che riverbera poi in “Wayward Tide”), ma poi si dedica soprattutto allo stile dimesso e tenue, in termini di stile e di scrittura, del gruppo Mondanile-Courtney-Bleeker etc.

Non ci sono pezzi scadenti, in “Simpatico”, anche se generalmente si ha l’impressione di ascoltare la copia minore (per esempio “Within” sembra un singolo meno efficace dell’ultimo Beach Fossils) – non di tanto, in effetti, ma abbastanza per chiedersi il motivo per cui non tornare a un originale più incisivo, in termini di scrittura e stile. Rare sono anche le intuizioni d’arrangiamento (ottimo quello della forse migliore canzone del disco, “Lynard Bassman”).

“Simpatico” rimane comunque un buonissimo disco, di grande scorrevolezza, anche se decisamente confinato ai fan di band già affermate nella scena. Un disco che può decisamente aggiungere i Golden Daze al novero delle band “di prima fascia”.

(28/02/2019)



  • Tracklist
  1. Blue Bell
  2. Amber
  3. Flowers
  4. Took A Fall
  5. Lynyrd Bassman
  6. Wayward Tide
  7. Within
  8. Sentimental Mind
  9. Drift
  10. Where You Wanna Be
  11. Simpatico
Golden Daze on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.