Spangle call Lilli line

Dreams Never End

2019 (Felicity) | sophisti-dream-pop, alt-pop-rock

Il 2019 giapponese indipendente ha deciso di cominciare con un pizzico di delicatezza, soprattutto però con tanta esperienza e savoir-faire, come quello di una band ormai in giro da ben vent'anni. Pubblicato in occasione dell'anniversario, “Dreams Never End” segna il rientro in pista degli Spangle call Lilli line, eclettico terzetto misto dedito a un'interpretazione raffinata ed “elettronizzata” delle tendenze rock nazionali. È un'attitudine che si ripresenta immutata anche in questo undicesimo album, tra i più soffusi e candidi della formazione, una raccolta che ne presenta il lato più onirico e malleabile, senza privarsi però di un'affascinante ricerca sui timbri e sull'intrico compositivo, da sempre fiore all'occhiello del progetto. Dolce ma non per questo inoffensivo, il nuovo corso del trio sa come catturare l'attenzione anche dopo una carriera di così ampio corso.

Con la mansueta vocalità di Kana Otsubo a fornire il necessario supporto lirico ai brani, la collezione è ancora una volta un'autentica dimostrazione di versatilità e dinamismo, giocato su raffinati incastri stilistici e scintillanti variazioni di umore. Se il tono generale predilige vellutate sfumature pastello, nondimeno la sua declinazione sposa volta per volta un approccio diverso, adattato dunque al contesto del momento. Giocose atmosfere caraibiche, innestate su cambi melodici dal gusto prog e deliziose evoluzioni vocal/strumentali (“So As Not To”, la più sintetica “Toss Out It”), finezze electro-dreamy (“Lay Low”, dai vaghi spunti chitarristici di stampo nineties), corpose romanze in cui lasciar filtrare anche la propria passione per il jazz (la lunga “Mio”): i tre danno prova di sapersi orientare con disinvoltura nelle pieghe più intime del proprio stile, di saperlo popolare in ogni suo ambiente, anche quello apparentemente più insignificante. Il loro onirismo devia quindi dai stilemi preconfezionati del dream-pop e accoglie una sinergia sonora ben più intensa e stratificata, prossima alla ricchezza timbrica di tanti colleghi del Sol Levante.

Sofisticati senza scadere nel patinato, morbidi e proprio per questo più efficaci nell'assestare colpi decisivi, gli Spangle call Lilli line spengono venti candeline con la rilassatezza degli esperti e col candore di chi ama ancora mettersi in gioco, perdendosi nel proprio sogno ad occhi aperti. Irresistibile, complessa leggerezza.

(01/03/2019)

  • Tracklist
  1. Red
  2. Lay Low
  3. So As Not To
  4. Still Three
  5. Touei
  6. Sai
  7. Toss Out It
  8. Give Each Other Space
  9. Mio
  10. Tesla
  11. Therefore




Spangle call Lilli line on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.