Divenere

From Sahara To The Moon

2020 (Autoproduzione) | shoegaze, dream-pop, post-rock

Bastano cinque minuti di "Sahara" ed ecco che è già Slowdive. Suoni, atteggiamento, strutture, tutto riporta all'epopea della band di Rachel Goswell. "From Sahara To The Moon" è un album che centrifuga etereo shoegaze e trasognato dream-pop, all'occorrenza diluiti in opportune dosi di post-rock, specie negli oltre otto minuti della conclusiva "Spiders". I Divenere, quartetto materano ma romano d'adozione, ci raccontano di infelici storie d'amore, affogate in un'atmosfera melodrammatica, ma anche della soddisfazione che spuò caturire dai piccoli grandi eventi piacevoli che possono accadere nella quotidianità di ciascuno di noi.

A un paio d'anni dal più che convincente "Forever", i ragazzi continuano ad allontanarsi con forza sempre maggiore dall'indie-new wave degli esordi per abbracciare in maniera decisa le coordinate riverberate di Slowdive, Swervedriver e Mogwai, e fra le pieghe di "Nobody Can Play So Bad" ci si potrebbe ritrovare anche qualcosa degli XX.
La tensione emotiva è mantenuta perennemente a livelli insostenibili, fino quasi a togliere il fiato, attraverso l'infinita cascata di chitarre che conferisce impeto ed epicità alle grandi melodie della band.

Dopo quattro album e un paio di Ep di altissima qualità, i Divenere sono ormai una consolidata certezza della scena nu-gaze europea. Musica per guardarsi le scarpe, e per lasciarsi cullare dolcemente.

(09/03/2020)

  • Tracklist
  1. Sahara
  2. As I Died
  3. Nobody Can Play So Bad
  4. Stay
  5. Spiders




Divenere on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.