Blah Blah Blah

I 101 racconti di Canterbury

La storia radiofonica di una (non) scena

di Davide Sechi

Da una rapida scorsa agli scaffali delle rivendite librarie si evince che di certo non mancano le guide turistiche, tutt’altro, sembrano abbondare, quasi si facessero progressivamente beffe delle altre tipologie di titoli. Però poi, se si presta attenzione, ci si rende conto che racconti, analisi, memorie e consigli sono dedicati sempre alle solite 100 destinazioni. E se si avesse voglia di cambiare, di fare armi e bagagli e partire alla volta di una destinazione ai più ignota? Per esempio: Canterbury. Come? Cosa? Dov’è?!

Ascolta o scarica gratuitamente il podcast


Canterbury, cittadina del meridione britannico, dalle vicende plurimillenarie, costellate da storie dalla trama quasi spionistica con cattedrali sullo sfondo e arcivescovi mascherati da sicari. Non a caso questo ex villaggio riuscì a dare i Natali nientepopodimeno che a Ian Flemming, l’inventore delle capriole dell’agente 007, James Bond. Una località misteriosa. Ah, e poi, quasi una cinquantina di anni fa cominciò a ospitare le gesta artistiche, spesso e volentieri imparentate con la musica, di baldi giovani dalla capigliatura fluente e dalle idee bislacche, ricche di sarcasmo e di humour britannico: la scena di Canterbury

E quindi, pare strano che non si riescano a rintracciare curiosi dediti alla prosa e all’esplorazione culturale. E invece… Marco e Davide, che ormai viaggiano con zaini carichi di lenti d’ingrandimento e impermeabili degni di Clouseau, anche stavolta hanno svelato l’arcano e trovato la soluzione: Valeria&Valerio. Parrebbe una targa annunciatrice di escamotage giudiziari, quando invece trattasi di Valeria Ferro e Valerio D’Onofrio, titolari di un volume, in rampa di lancio, che racconta i numeri musicali, e non solo, di quella stravagante parentesi pentagrammatica, la (non) scena di Canterbury. Saranno i nostri timonieri, tra tragitti scoscesi e trappole a ogni passo, spargeranno la mollica come Hansel e Gretel per rendere palesi tracciati sovente assurdi. Preparate il bagaglio, noi portiamo la guida.
Potete iscrivervi alla pagina Facebook di Blah Blah Blah, dove trovate i podcast da scaricare, le scalette,  e tutte le news relative alla trasmissione. E per interagire in diretta, abbiamo anche la pagina del gruppo in cui lasciare i vostri commenti. 

Blah Blah Blah



Playlist
Scaletta del programma 

Prima parte

1. The Wilde Flowers – Impotence - The Wilde Flowers (2015)
2. Soft Machine - Why are we sleeping – Soft Machine (1968)
3. Caravan - Golf Girl - In The Land Of Grey and Pink (1971)
4. Hatfield and the North - Calyx - Hatfield and the North (1974)
5. Kevin Ayers-John Cale-Eno-Nico - May I - June 1, 1974 (1974)
Accadde oggi

6. Kevin Ayers – Hymn - Bananamour (maggio 1973)

Seconda parte

7. Matching Mole - O Caroline - Matching Mole (1972)
8. Robert Wyatt - Sea Song – Rock Bottom (1974)
9. Hugh Hopper - Gnat Prong - Hopper Tunity Box (1977)
10. Gong - Pot Head Pixies - Flying Teapot (1973)
11. Henry Cow – War - In Praise of Learning (1975)

Un sabato italiano

12 Picchio dal pozzo – Seppia - Picchio dal pozzo (1976)
13 Homunculus Res – Opodeldoc - Come si diventa ciò che si era (2015)

Terza parte

14 Nick Mason - I'm a Mineralist - Nick Mason's Fictitious Sports (1981)
15 Robert Wyatt - Free Will and Testament – Shleep (1997)
16 Daevid Allen - Song for Robert - Who’s Afraid (1992)

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.