Classifiche e Playlist

Le classifiche degli artisti

Popmuzik 2015: la classifica di Trevor Jones

di Trevor Jones

1. Sufjan Stevens – Carrie & Lowell

"Spirit of my silence I can hear you/ But I'm afraid to be near you". It’s bleak and brave beauty reminds me a little of the Villagers album but here there’s a visceral edge that keeps you on the edge of your seat: "There's blood on that blade/ F*** me, I'm falling apart/ My assassin, like Casper the ghost/ There's no shade in the shadow of the cross". The pain is palpable. Sufjan has reigned in his musical invention for a song suite (no less) that recognizes loss but celebrates life. Gone are the sonic experimentations; the template is deceptively simple: folk: stark and fragile, yet its sparsity is touching; an embrace that is all enveloping and heartbreakingly tender.

"Spirito del mio silenzio ti sento/ Ma ho paura di essere vicino a te". L'aspra e coraggiosa bellezza mi ricordano un po l'album dei Villagers, ma qui c'è un contorno più viscerale che ti inchioda sul bordo della sedia:" C'è sangue sulla lama che/ F *** me, sto cadendo a pezzi/ mio assassino, come Casper il fantasma/ non c'è ombra all'ombra della croce".
Il dolore è palpabile. Sufjan ha messo al comando della sua invenzione musicale una suite musicale che pur avendo coscienza del dolore della perdita, celebra la vita. Sono finite le sperimentazioni sonore, il modello è ingannevolmente semplice: folk: forte e fragile, il suono poco fitto, quasi rado, scarso, è toccante; un abbraccio che avvolge tutto in una struggente tenerezza.

2. The Lone Bellow – Then Came The Morning

Zach Williams, Kanene Donehey and Brian Elmquist make a glorious sound. It’s all about clatter and crescendo with these guys and nobody currently does that holler and thump better. Try "Telluride".

Zach Williams, Kanene Donehey e Brian Elmquist confezionano un suono glorioso. E' tutta una questione di rumore e crescendo con questi ragazzi, e nessuno attualmente urla e fa baccano meglio di loro. Provate "Telluride".

3. Staves -  If I Was

Recorded in the obligatory cabin studio in the backwaters of Wisconsin, Justin Vernon’s production has added a lustre of genuine Americana. There’s a wistful and wise warmth to the wintery edge, with the girls’ fabulous harmonies at the heart of things.

Registrato in uno studio-cabina nelle acque stagnanti del Wisconsin. La produzione di Justin Vernon ha aggiunto una sfavillante spontaneità tutta americana. C'è una sapiente e calda malinconia invernale, con favolose armonie vocali delle ragazze che vanno direttamente al cuore delle cose.

4. Unthanks - Mount The Air

As was endorsed at last week’s spellbinding show at the Union Chapel, there’s an almost unholy, dark ethereal beauty to these songs that is tempered with interesting jazz and (yup) prog rock musical developments. It’s all skillfully rendered and hauntingly realized. There’s still a rawness that grounds them. Bleak as buggery, starless and bible black for sure. The heartstrings tugged are surely catgut, but with Rachel and Becky’s voices you know that there’ll always be some tender coming.

Come ho potuto apprezzare nell'affascinante spettacolo della settimana scorsa all'Union Chapel, c'è un quasi diabolica, eterea e oscura bellezza in queste canzoni che viene temperata da interessanti sviluppi jazz e (proprio così) prog-rock. E reso tutto in maniera abile e realizzato in modo ossessivo. C'è ancora un realismo che li motiva. Spoglio come sodomia, senza stelle e con una bibbia nera, sicuro. Le corde del cuore sono come budello, ma con le voci di Rachel e Becky sai già che ci sarà sempre qualcosa di tenero a seguire.

5. Andrew Combs - All These Dreams

There’s a lightness of touch to the easy listening Americana that is misleading as there’s a slow burning gravity to these songs. Glen Campbell, Paul Simon and Harry Nilsson would be proud to call themselves his influence.

C'è un tocco leggero di easy listening americano, che è fuorviante, come se una lenta pesante combustione deviasse queste canzoni. Glen Campbell, Paul Simon e Harry Nilsson sarebbero orgogliosi di essere citati tra le influenze.

6. Villagers - Darling Arithmetic

Remember kissing on the cobblestone/ In the heat of the night/ And all the pretty young homophobes/ Looking out for a fight". A brave and gentle release. Conor O'Brien delicately exposes himself and it’s a true and honest revelation.

"Ricordo quando ci baciavamo sui sassi/ Nel calore della notte/ E tutti quei giovani omofobi/ Che andavano in cerca di scontri". Un comunicato coraggioso e gentile. Conor O'Brien espone delicatamente se stesso ed è un'onesta e sincera rivelazione.

7. The Milk Carton Kids - Monterey?

More mournful melancholy with the occasional bluegrass relief. Thise boys have found a winning formula and they're sticking with it: nothing original here; The Everley Brothers meeting a young Paul Simon and getting on famously.

Una musica malinconica e triste con il sollievo momentaneo del bluegrass. Questi ragazzi hanno trovato una formula vincente, nulla di originale, gli Everly Brothers incontrano un giovane Paul Simon e diventano famosi.

8. Calexico – Edge Of The Sun

I saw Calexico touring this album at the beginning of the year. One of the year’s finest. They were brilliant but support The Barr brothers were even better. The Barrs didn’t release an album this year but did put out some outtakes from "Silent Operator". One of those ("Alta Falls") is my song of the year. 

Ho visto i Calexico durante il tour di quest'album a inizio anno. Una dei spettacoli più belli dell'anno. Sono stati eccezionali. La band di supporto dei Barr Brothers era perfino meglio. I Barr Brothers non hanno inciso nessun album  quest'anno, ma hanno pubblicato alcune outtake da "Silent Operator". Una di queste ("Alta Falls"') è la mia canzone preferita dell'anno.

9. Jason Isbell -  Something More Than Free

It didn't quite reach the heights of "Southeastern" for me but it was still a stellar collection fueled by failing, blue collar malaise and muscular sensitivity. It also contained my "ear worm of the year": "You thought God was an architect, now you know. He's something like a pipe bomb ready to blow..." I found myself chanting this in supermarket queues much to the local's disquiet.

Non raggiunge le vette di "Southeastern" per me, ma è comunque una collezione stellare alimentata da un solitario malessere da colletti blu, e da una sensibilità muscolare. Contiene anche la mia ossessione sonora dell'anno: "Hai pensato Dio era un architetto, ora lo sai". E' come una bomba artigianale pronta a scoppiare. Mi sono ritrovato a cantarla mentre facevo la coda al supermercato creando preoccupazione nel locale.

10. Guy Garvey – Courting The Squall

I like this man greatly. He holds an admirably reliable Northern work ethic and sensibility. Garvey seems bereft of vanity. There's poetry in his observations on the mundanities of life: "In the hills it's an overcoat colder ...". Unashamedly emotional music to cry into your stout too until the next Blue Nile album comes around... And there's enough invention to keep your attention.

Mi piace molto quest'uomo. Ha raggiunto un'ammirabile e affidabile etica e sensibilità da lavoratore del nord. Garvey sembra essere privo di vanità. C'è poesia nelle sue osservazioni sulle mondanità della vita: "In collina é un cappotto freddo...". Musica emotiva priva di vergogna al punto da farti piangere per il tuo pavido orgoglio fino all'arrivo del prossimo album dei Blue Nile. E c'è abbastanza inventiva per mantenere costante l'attenzione.

Playlist
1.Sufjan Stevens – Carrie & Lowell 
2. The Lone Bellow – Then Came The Morning 
3. Staves -  If I Was 
4. Unthanks - Mount the Air 
5. Andrew Combs - All These Dreams  
6. Villagers - Darling Arithmetic 
7.The Milk Carton Kids- Monterey 
8.Calexico – Edge Of The Sun 
9.Jason Isbell -  Something More Than Free 
10.Guy Garvey – Courting The Squall
 
Trevor Jones su OndaRock
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.