Libri

Hobo The Mag

Forever Young: vagabondaggi surf, skate e punk

di Claudio Lancia

Autore: Hobo The Mag
Titolo: Forever Young: vagabondaggi surf, skate e punk
Editore: Hobo The Mag
Pagine: 110
Prezzo: Euro 15,00

foreveryoungHobo The Mag è un magazine online gestito da un collettivo di giovani appassionati di sub-culture, impegnati da oltre tre anni nella scrittura di reportage sul mondo del surf, dello skate e del punk, con l’obiettivo dichiarato di farne riemergere l’immaginario originale, nel tempo saccheggiato e riproposto da più parti in versioni più o meno edulcorate. Hobo The Mag ne ricostruisce la visione originale, scavando in contesti particolari: ecco allora spuntar fuori la cultura surf in Libano o durante la guerra del Vietnam, e l’impatto del sottobosco skate e punk in paesi come Turchia e Israele, descrivendo ciò che delle esperienze dei pionieri è riuscito a filtrare anche nella nostra penisola.

A riassumere questi tre anni di appassionato lavoro ecco ora una pubblicazione cartacea, un libro/rivista stampato su carta fotografica di alta qualità, corredato da splendide immagini, in gran parte analogiche, e da illustrazioni originali, totalmente privo di pubblicità, diventato realtà grazie a una campagna di crowdfunding. Leggendo “Forever Young” scopriamo le radici dell’arte del “riding”, approfondendo quanto “contro” siano state queste sub-culture. Basti pensare che negli anni 40 esistevano persino delle normative anti-surf per una comunità che allora si poneva in netto contrasto con le moderne logiche capitalistiche. Problema risolto nei decenni successivi attraverso la trasformazione del surfing in una disarmata macchina di consumo.

La medesima opera di normalizzazione avvenne nei confronti della skate culture e della musica punk. In particolare “Forever Young” dedica all’onda d’urto punk un articolo retrospettivo sui Black Flag di Henry Rollins e due approfondimenti scaturiti dalla visione di concerti tenuti in Italia da Lydia Lunch e Adolescents. In questa “ricerca dell’essenza” tutto s’incastra perfettamente, come in un cerchio magico: dalla psichedelia californiana, l’Lsd e le utopie di fratellanza e amore eterno sino alle visioni anarchiche che in qualche modo cercarono di scuotere il mondo. L’opera dei ragazzi di Hobo The Mag si rivela indispensabile per chi adora seguire le linee del vento e dell’asfalto, e risulterà un ottimo punto di partenza anche per chi desideri conoscere meglio un mondo destinato a riservare non poche sorprese.

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.