Libri

The Beatles. Hey! Hey! Hey! Testi commentati. 1967-1970.

di Roberto Mandolini
Autore: Massimo Padalino
Titolo: The Beatles. Hey! Hey! Hey!. Testi Commentati. 1967-1970
Editore: Arcana
Pagine: 347
Prezzo
: Euro 25

beatles_coverVolete conoscere tutte le storie e tutti gli aneddoti su ogni canzone dei Beatles? L'unica soluzione che avete è leggere i due libri di Massimo Padalino. Il secondo è appena uscito e copre da "Sgt. Pepper" fino alla fine dei giochi. Un tomo di 434 pagine. Da leggere e rileggere. Si può cominciare con l'affermazione di Bob Dylan "i Beatles hanno inaugurato una nuova era" . Oppure scegliere la propria canzone preferita. Da questo punti di vista il libro è multifunzione. Tant'è che si può leggere "Hey! Hey! Hey!" senza aver letto "Yeah! Yeah! Yeah!" (il primo libro di Padalino sui Beatles). Il consiglio, però, è di leggerli tutti e due.

I Beatles sono un punto fermo della cultura non solo occidentale degli ultimi cinquant'anni. Per conoscere i motivi del loro successo bisognerebbe scomodare la logica fuzzy e le variabili stocastiche. E tutte le altre rivoluzioni culturali degli anni 60. Padalino con la sua opera sottolinea di come i testi fossero comprensibili a tutti. Soprattutto agli adolescenti. Ma non solo. Anche a chi l'inglese neanche lo parlava. Il punto di partenza è quello dei testi, ma l'analisi va ben oltre. Quasi al punto di far diventare stretta la famosa coperta della "Arcana testi".
D'altro canto è impossibile dire tutto sui Beatles. C'è gente che li studia da cinquant'anni. Padalino al tempo non era nemmeno nato. Eppure partendo dall'analisi testuale delle loro canzoni aiuta a comprendere meglio il fenomeno Beatles. Riportandoli a terra, tra i comuni mortali, dove le loro canzoni nascevano. Ogni frase, ogni parola viene legata a un riferimento culturale o privato che se non siete fan accaniti dei Beatles potreste anche non conoscere. Padalino si aiuta anche con quello che pensano i blogger dei Beatles. Tra le altre cose: che i loro più credibili eredi sono i Teenage Fanclub; e che i Beatles sono classici e romantici allo stesso tempo.

"Hey! Hey! Hey!" è anche questo: un termometro di come i Beatles sono percepiti nel 2011. Da chi mangia più musica che cibo. E scrive con mille puntini sospensivi. Con parole onomatopeiche. E cerca di descrivere i suoni come in un fumetto. O in un blog. Padalino si serve di tutti gli strumenti che l'evo digitale gli ha messo a disposizione. Fa ricerche e ascolta. Una montagna di ricerche e una montagna di ascolti. I fili con cui poi li ha legati insieme sono tutti suoi. E coloratissimi. A volte ironici e a volte visionari. Come se a forza di leggere e ascoltare, avesse fatto suo lo stile degli stessi Beatles. Chissà se Macca e Ringo leggeranno mai questo libro. Se li conoscete: regalateglielo.
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.