Rock in Onda

Paul Weller

His ever changing moods

di Claudio Fabretti
Paul Weller è il protagonista della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i mercoledì, dalle 12 alle 14, sulle web-frequenze di Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
Dall'avventura gloriosa dei Jam, in bilico tra punk e revival mod, al soul-pop da caffè parigino degli Style Council, fino a una carriera solista proseguita senza interruzioni fino ad oggi: la saga di un songwriter intelligente, interprete autentico del malessere infido della propria generazione.
Ascolta o scarica gratuitamente il podcast:


Paul Weller - The Jam - The Style Council

Paul Weller, l'uomo col viso da eterno ragazzo, il Cappuccino Kid per eccellenza, colui che ha riportato l'attenzione europea sul movimento mod, è nato il 25 maggio 1958 a Woking, contea del Surrey, Inghilterra, in una famiglia della middle-class. La sua carriera, iniziata in piena era punk, ha progressivamente virato verso un gustoso mix di rock bianco e sonorità "soul" nere, con venature funk-jazzy.
Con i Jam, ha lasciato sei album importanti, fotografie fedeli dell'adolescenza inglese meno di frontiera degli anni a cavallo fra i 70 e gli 80, e una serie di hit single tali da farli rimanere con merito nel firmamento delle band inglesi più importanti nella storia del pop. In un breve arco di tempo (1977-1982) hanno saputo costruire una valida alternativa al "no future" dei cugini, recuperando le nobili radici sixties del pop d'oltremanica (Who, Kinks, Beatles). Pochi gruppi di quella stagione possono ancora vantare in Gran Bretagna (e non solo) un seguito di pubblico così fedele e appassionato.
Nella successiva avventura con gli Style Council, Weller si è rivelato abile nella sperimentazione di nuove soluzioni musicali, vicine a certo successivo acid-jazz, e nella rielaborazione di quel soul-pop erede della grande tradizione di Marvin Gaye e Curtis Mayfield. I suoi testi, invece, lo hanno consacrato poeta-dandy, capace di interpretare le ansie e le frustrazioni della propria generazione.
Sempre elegante ed impeccabile, si è affermato come uno dei personaggi cardine degli ultimi 40 anni di pop britannico e un tangibile riferimento per molti protagonisti della scena attuale.


Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

rockinonda_puntate_01

Playlist
Scaletta del programma
 
  1. The Jam - In The City
  2. The Jam - All Around The World
  3. The Jam – The Modern World
  4. The Jam – All Mod Cons
  5. The Jam - Down In The Tube Station At Midnight
  6. The Jam – English Rose
  7. The Jam - The Eton Rifles
  8. The Jam – Going Underground
  9. The Jam – Start!
  10. The Jam - That's Entertainment
  11. The Jam - Town Called Malice
  12. The Style Council – Long Hot Summer (single edit)
  13. The Style Council - The Whole Point Of No Return
  14. The Style Council – Blue Cafe
  15. The Style Council – The Paris Match
  16. The Style Council - My Ever Changing Moods
  17. The Style Council – You’re The Best Thing
  18. The Style Council – A Stones Throw Away
  19. The Style Council – The Lodgers
  20. The Style Council – Boy Who Cried Wolf
  21. The Style Council – Shout To The Top
  22. The Style Council – It’s A Very Deep Sea
  23. Paul Weller – Has My Fire Really Gone Out?
  24. Paul Weller – Wild Wood
  25. Paul Weller - You Do Something To Me
  26. Paul Weller - Going Places
  27. Paul Weller – Blink And You'll Miss It
  28. Paul Weller – 22 Dreams
  29. Paul Weller – Wake Up The Nation
  30. Paul Weller – Green
  31. Paul Weller – The Cranes Are Back
  32. Paul Weller – Aspects


Base strumentale: The Style Council - Our Favourite Shop

Paul Weller su OndaRock
Recensioni

PAUL WELLER

True Meanings

(2018 - Parlophone)
Il Modfather compie sessant'anni con un album di raffinato cantautorato

PAUL WELLER

A Kind Revolution

(2017 - Parlophone)
La riscossa del Cappuccino Kid, fresco 59enne, con il suo disco più riuscito da vent'anni a questa ..

PAUL WELLER

Saturns Pattern

(2015 - Parlophone)
Il classico mix di rock e soul nel dodicesimo lavoro solista del Cappuccino Kid

PAUL WELLER

Sonik Kicks

(2012 - Island)
La sbronza mistica del modfather per la kosmische musik

PAUL WELLER

Wake Up The Nation

(2010 - Island)
Proclami politici e slogan anti-tecnologici nel ritorno del Modfather, che ospita Kevin Shields e l'ex-Jam ..

PAUL WELLER

22 Dreams

(2008 - Universal)
Il padrino dei mod festeggia cinquant'anni più in forma che mai

PAUL WELLER

As Is Now

(2005 - V2)
Il Cappuccino Kid celebra nel migliore dei modi il trentesimo anniversario della nascita dei Jam

STYLE COUNCIL

Café Bleu

(1984 - Polydor)
Il manifesto del duo Paul Weller-Mike Talbot, portabandiera del new cool britannico

Live Report
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.