Rock in Onda

Sound and Television

Musiche delle serie tv

di Claudio Fabretti
Le colonne sonore delle serie tv sono al centro della nuova puntata di Rock in Onda, il programma condotto da Claudio Fabretti tutti i martedì dalle 23 alle 01 (e in replica il venerdì dalle 13 alle 15) su Radio Città Aperta (www.radiocittaperta.it).
Da "Lost" a "I Soprano", da "Twin Peaks" a "Breaking Bad", da "The Wire" a "Mad Men", da "True Detective" a "The Young Pope": uno speciale sulle musiche che hanno accompagnato le migliori serie tv degli ultimi anni. Con un piccolo omaggio a due sigle-cult del passato.

Ascolta o scarica gratuitamente i podcast:


Sound and Television - Musiche delle serie tv - parte 1


Sound and Television - Musiche delle serie tv - parte 2

Don Draper - Mad MenC’erano una volta i telefilm. Condensati di film in poco più di mezz’ora, capaci comunque di irretire milioni di spettatori, come quelli cresciuti con le gesta di Brett Sinclair e Danny Wilde alias The Persuaders (“Attenti a quei due”), omaggiati in questa trasmissione insieme a un’altra storica sigla-cult, quella dell’Ispettore Derrick.
Poi, negli anni 90, è arrivata la vera svolta della serialità televisiva. Dapprima un guru di Hollywood come David Lynch si è immerso nelle allucinazioni noir a puntate di “Twin Peaks” – tornate in voga ora con la terza stagione, 25 anni dopo – poi, via via, una serie di registi e autori ha iniziato a scommettere sulle serie tv, magari sperando poi di riuscire a fare il salto nel grande schermo. E così, contraddicendo la massima di Gil Scott Heron, “The Revolution Was Televised” – come da titolo del celebre saggio di Alan Sepinwall. Con pochi mezzi e tante idee, una pattuglia di intrepide tv via cavo – da Hbo a Showtime – iniziò a sperimentare nuove forme, svincolate anche dalla dittatura dell’audience e della pubblicità. Iniziarono così a proliferare serie inaudite: “I Soprano”, “The Wire”, “Oz”, “The Shield”, “Mad Men”. Produzioni spesso politicamente scorrette, ma anche ambiziose, se si pensa che “The Wire” è stata ideata come il Grande romanzo americano e le saghe di Tony, Don Draper & C. non sono state da meno. Nascevano i protagonisti antieroi, i progenitori dei vari Walt White, Nucky Thompson e Frank Underwood. E anche le star del cinema scoprivano il fascino del piccolo schermo, in una lunga processione che va idealmente da Glenn Close (“Damages”) fino al recente Anthony Hopkins di “Westworld”.
Scavalcata a sinistra, anche Hollywood era costretta a ripensarsi. E dalla saldatura tra cinema e tv, nascevano kolossal come “Lost”, “Game of Thrones”, “Boardwalk Empire”, “Homeland”, “The Knick”. Una rivoluzione che ha contagiato tutto il mondo, dalla Gran Bretagna alle sorprendenti produzioni scandinave, fino alla stessa Italia che finalmente – da “Gomorra” a “The Young Pope” - sta cercando di ricavarsi un suo spazio.
Ma la libertà assoluta della serialità televisiva si è tradotta anche nel campo delle colonne sonore: una miniera inestimabile di tesori, che spazia dalla miglior instrumental music all’indie-rock, dalla chicche d’antan ai classici del rock e del cantautorato. Sigle, canzoni funzionali alla narrazione, ma anche veri e propri “sfondi musicali” che hanno contribuito al successo di sequenze entrate ormai nella storia della tv. Abbiamo cercato di raccoglierne una minima parte in questa doppia puntata, che si propone di fungere, al tempo stesso, da guida sintetica alle migliori serie tv degli ultimi anni e da vademecum musicale a 360 gradi di questo affascinante universo.







In memoria di Sir Roger George Moore (Londra, 14 ottobre 1927 – Crans-Montana, 23 maggio 2017)

Vi ricordiamo di iscrivervi alla pagina Facebook di Rock in Onda, presso la quale potrete sempre trovare i podcast da scaricare, più le scalette integrali e tutte le news relative alla trasmissione.
Inviateci pure commenti, suggerimenti e proposte per le prossime puntate, su Facebook e all'indirizzo mail: rockinonda@ondarock.it Sarà un piacere costruire le scalette anche grazie al vostro contributo.

Rock in Onda



Playlist
Scaletta del programma

Parte 1

Sigla:
John Barry – The Persuaders Theme (Attenti a quei due)

1. The Handsome Family - Far From Any Road (True Detective)
2. The Who - Baba O’Riley (CSI: New York, Dawson's Creek, Dr. House, A proposito di Brian, Life On Mars, One Tree Hill, The Newsroom, Sense 8)
3. Cote De Pablo - Temptation (NCIS)
4. Tom Waits - Way Down In The Hole (The Wire)
5. The Pogues - The Body Of An American (The Wire)
6. U2 - One Tree Hill (One Tree Hill)
7. The Alarm – The Stand (Thirteen Reasons Why)
8. Big Star - Thirteen (Vinyl, How I Met Your Mother)
9. Michael Kiwanuka – Cold Little Heart (Big Little Lies)
10. Fiona Apple – Container (The Affair)
11. Lucinda Williams - Changed The Locks (The Affair)
12. Petula Clark – Downtown (Lost)
13. Frank Sinatra – It’s A Very Good Year (I Soprano)
14. Henry Mancini & The Police - Every Breath You Take-Theme From Peter Gunn (I Soprano)
15. Journey - Don't Stop Believing (I Soprano)
16. The Feelies – Loveless Love (Carlos)
17. Rodrigo Amarante - Tuyo (Narcos)
18. Calexico - Banderilla (Breaking Bad)
19. Quartetto Cetra - Crapa pelada (Breaking Bad)
20. Nancy Sinatra – You Only Live Twice (Mad Men)
21. Skeeter Davis - The End Of The World (Mad Men)
22. Bobby Helms – Special Angel (Magic City)
23. Rolling Stones – Paint It Black (Aquarius)
24. Tom Petty And The Heartbreakers – Even The Losers (Billions)
25. Gangstagrass Featuring T.O.N.E.-Z - Long Hard Times To Come (Justified)
26. KPM - Surfin (Undercover)
27. Wu Tang Clan Feat Method Man, RZA, Raekwon - What You In Fo' (Oz)
28. The VLA - When I Am Through With You (Damages)
29. Cliff Martinez - Son Of Placenta Previa (The Knick)
30. FKA Twigs - Two Weeks (The Girlfriend Experience, Mr. Robot)
31. Angelo Badalamenti - Theme From Twin Peaks (Twin Peaks)

Base strumentale: Angelo Badalamenti – Laura Palmer's Theme (Twin Peaks)

Parte 2

Sigla:
Les Humphries – Derrick (L'ispettore Derrick)

1. Peter Schilling - Major Tom (Deutschland 83)
2. Nathan Barr - The Americans Main Title Theme (The Americans)
3. The Cure – Siamese Twins (The Americans)
4. Yazoo – Don’t Go (The Americans)
5. Omd – Enola Gay (Romanzo Criminale)
6. Mokadelic - Doomed To Live (Gomorra)
7. The Sound - I Can't Escape Myself (The Young Pope)
8. Jeff Beal - Intro And Theme (House Of Cards)
9. Belinda Carlisle - Heaven Is A Place On Earth (Black Mirror)
10. Radiohead - Exit Music (Black Mirror, Westworld)
11. Methodic Doubt - Banshee Main Title Theme (Banshee)
12. Rolfe Kent - Dexter Main Title (Dexter)
13. Sia - Breathe Me (Six Feet Under)
14. Max Richter - The Leftovers Main Title Theme (The Leftovers)
15. Mogwai – Hungry Face (Les Revenants)
16. Mogwai – Kill Jester (Les Revenants)
17. David Bowie – Ashes To Ashes (Ashes To Ashes)
18. Madness – My Girl (This Is England ’86)
19. Supertramp - Take The Long Way Home (Freaks And Geeks)
20. The Magnetic Fields - All My Little Words (The Shield)
21. The Brian Jonestown Massacre - Straight Up And Down (Boardwalk Empire)
22. Nick Cave And The Bad Seeds – Red Right Hand (Peaky Blinders)
23. Leonard Cohen - Everybody Knows (Homeland)
24. Chris Isaak - Wicked Game (Friends, Beverly Hills, 90210, The Mentalist, Made in Chelsea)
25. Blitzen Trapper - Man Of Constant Sorrow (Fargo)
26. Wildbirds & Peacedrums - Peeling Off The Layers (Fortitude)
27. Choir Of Young Believers - Hollow Talk (Bron/Broen)
28. Sigur Ros – Sæglópur (Sense 8)
29. Ólafur Arnalds - So Close (feat. Arnór Dan) (Broadchurch)
30. Belle And Sebastian - Sleep The Clock Around (The Killing)
31. Ramin Djawadi - Light Of The Seven (Game Of Thrones)

Base strumentale: Marius Furche - Mad World (Sense 8)

 

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.