13-12-2012

McCartney - Nirvana : ecco il risultato [VIDEO]

di Mattia Villa
McCartney - Nirvana : ecco il risultato [VIDEO] È successo davvero: Grohl, Novoselic e Smear nuovamente sul palco assieme; davanti a loro Sir Paul McCartney. Il tutto ieri notte, nel corso del 12-12-12 Sandy Benefit Concert, grande evento di raccolta fondi da utilizzare per la ricostruzione dopo il passaggio dell'uragano Sandy. Le indiscrezioni che volevano i restanti componenti dei Nirvana ed il baronetto di Liverpool insieme sullo stesso palco, avevano genarato ieri dibattiti e commenti sull'utilità o meno di questo tipo di reunion, oltre alla curiosità su cosa si sarebbe visto sul palco.

"Chissà quale pezzo dei Nirvana o dei Beatles verrà scelto?" ci si chiedeva: bene non è successo niente di tutto questo. La scelta è caduta sull'inedita "Cut Me Some Slack", creata dai quattro all'interno di una jam tenutasi assieme ed eseguita ieri, per la prima volta live, all'interno del set tenuto dallo stesso McCartney; la canzone verrà poi inclusa nella colonna sonora del prossimo film di Grohl "Sound City". A spiegare i motivi che hanno portato a questa decisione ci ha pensato lo stesso Grohl: "Quando ci siamo incontrati, non è stato per suonare canzoni dei Nirvana o dei Beatles, ma per creare qualcosa di nuovo". Il risultato è una canzone energica, con un McCartney (classe 42) in grande forma ed a giudicare dal sorriso di Dave Grohl a fine esibizione, non c'è da avere nessun dubbio sulla genuinità dell'operazione.

Nel corso della serata, durata due ore e tre quarti in diretta streaming mondiale, da segnalare altri duetti particolari: il solito energico Boss Springsteen raggiunto da un altro figlio del New Jersey, Bon Jovi, infiammando l'arena con Born to Run. In acustico invece un gioviale Chris Martin, il quale prima scherza sul suo ingaggio ("So che volevate gli One Direction, ma per loro è già ora di dormire") e poi canta assieme a Michael Stipe (strappato per l'occasione dal ritiro) la splendida Losing My Religion. Rogers Waters ed Eddie Vedder invece si sono cimentati con il classico dei Pink Floyd "Comfortably Numb". Presenti anche tanti artisti britannici di una certa età (Rolling Stones, Who, Sting, Clapton), con un Jagger dalla battuta pronta: "This has to be the largest collection of old British musicians ever at Madison Square Garden. And if it rains in London you've got to come and help us out.









Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.