19-12-2013

Online il terzo "Golden Opportunities" degli Okkervil River

di Guia Cortassa
Online il terzo

Ho iniziato la serie dei “Golden Opportunities” sei anni fa d’istinto e, solitamente, anche la decisione di farne un altro volume è sempre stata istintiva. È bello riuscire ad avere un’idea per qualcosa, realizzarla nel più breve tempo possibile e distribuirla a tutti gratuitamente. Di solito, il periodo delle feste è quello più divertente per questo genere di cose. È anche divertente provare a raccontare una qualchei storia usando parole altrui, che è il modo in cui il primo Golden Opportunities è stato concepito – volevo fare un disco di cover autobiografico, costruito su nostre istantanee mentre registriamo in tour, in televisione, radio, corridoi e stanze d’albergo, correndo avanti e indietro dallo studio durante un festival.

Il secondo “Golden Opportunities” è stato realizzato quando ho deciso di avere un altro approccio alla pubblicazione di cover che ritenevo interessanti, ed è diventato una serie di improvvisazioni.

Anche questo terzo volume è arrivato perché avevo un’idea di cui ero entusiasta; ho pensato fosse bello restringere le cover a una decade specifica – gli anni Ottanta, la decade della mia infanzia, e la decade in cui è ambientato “The Silver Gymnasium”. Abbiamo lavorato a questi brani on the road e li abbiamo registrati durante i soundcheck, in radio a Seattle, o a uno show particolarmente alcolico e celebrativo in un piccolo club a Bozeman, Montana. È divertente suonare questi pezzi sparsi durante il tour – a volte li suoni per il pubblico, a volte sono il piccolo segreto del gruppo. Un ultimo brano è stato registrato in pieno jetlag la mattina dopo essere tornato a casa dal Giappone”.

Continua così il viaggio a ritroso degli Okkervil River. Il terzo degli ormai classici “Golden Opportunities”, infatti, è comparso proprio ieri in rete, in streaming e free download sul sito della band di Austin, accompagnato da questa lunga introduzione firmata dallo stesso Will Sheff e pubblicata sul suo blog personale.

Questa la tracklist (e la provenienza delle cover):

1. Dance Hall Days (brano del 1984 del duo New Wave britannico Wang Chung)
2. Give Me the Night (celeberrima hit del pianista e cantante jazz George Benson del 1980)
3. Money Changes Everything (scritta e registrata la prima volta nel 1978 da The Brains, band new wave underground di Atlanta e inserita poi nel 1983 da Cindy Lauper nel suo disco d’esordio)
4. Seven Year Ache (pezzo del 1981 di Rosanne Cash, prima figlia di Johnny Cash)
5. The End Of The Innocence (1989, title track del terzo disco solista di Don Henley degli Eagles)

Potete ascoltare i cinque brani di "Golden Opportunities 3" nel player qui sotto.



Okkervil River su OndaRock
Recensioni

OKKERVIL RIVER

In The Rainbow Rain

(2018 - ATO)
Il sovraprodotto ritorno di Will Sheff convince solo a metà

OKKERVIL RIVER

Away

(2016 - ATO)
I paesaggi autunnali della rifondazione okkervilliana

OKKERVIL RIVER

The Silver Gymnasium

(2013 - ATO)
Will Sheff e soci si tuffano negli anni Ottanta per il loro concept più personale di sempre

OKKERVIL RIVER

I Am Very Far

(2011 - Jagjaguwar)

La piena del fiume Okkervil nel disco più barocco della band di Will Sheff

OKKERVIL RIVER

The Stand Ins

(2008 - Jagjaguwar)
Arriva il secondo capitolo di “The Stage Names”

OKKERVIL RIVER

The Stage Names

(2007 - Jagjaguwar)
Tra maschere e realtà, il nuovo palcoscenico a tinte brillanti di Will Sheff e soci

OKKERVIL RIVER

Black Sheep Boy

(2005 - Jagjaguwar)

News
Live Report
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.