17-01-2014

OndaWatch: Chalk

di Guia Cortassa
OndaWatch: Chalk Chalk è l’ultima delle incarnazioni di Steven Stride, giovane cantautore di Brighton (UK), già membro dei Crooked Mountain, Crooked Sea e dei Love Among the Mannequins.
Un progetto lo-fi acustico, questo suo nuovo, dopo anni di militanza in band post-punk e grunge, che combina la ruvidità della produzione solista di Graham Coxon alla solitudine intimista del folk da cameretta di Keaton Henson, in un blend che unisce la tradizione del rock alternativo alle sonorità dei nuovi collettivi folk britannici.

"Chalk" è anche il titolo del suo primo full length, uscito nel 2013 per Sonic Anhedonic, esclusivamente su vinile e digitale, e finora unica release sotto il nuovo moniker, dopo un totale di 6 LP con le altre formazioni.


Dodici tracce per voce e chitarra in cui è difficile non scorgere l’influenza di Elliott Smith, apertamente citato come nume tutelare, ma anche del songwriting di Jeff Mangum per i suoi Neutral Milk Hotel – come nella conclusiva “Today Is Not That Day”.



“Chalk è il suono di migliaia di sigarette in una stanza vuota. Grezzo, spoglio, devastante – non una semplice collezione di dubbi e delusioni, ma una finestra pronta per il Purgatorio. Nel suo nucleo, una domanda: è tutto qui?” recita la nota di presentazione del disco.
Se Steven Stride abbia ancora qualcosa da dire lo si scoprirà nel sophomore che ha appena finito di registrare, attualmente in fase di mixaggio, ma di cui ancora non si conosce la data di uscita.
 


su OndaRock