06-02-2014

OndaWatch: George Ezra

di Stefano Macchi
Il ventunenne di Bristol è uno di quei giovani cantautori che se chiudi gli occhi te lo immagini con almeno quindici anni in più, barbuto e con una stempiatura appena accennata.

Invece il giovane imberbe dal pelo biondo muove le prime mosse artistiche due anni orsono, con una chitarra e un mood da vero crooner anni 50-60, per estrarre l'EP d'esordio che esce nell'anno appena passato e si intitola "Did You Hear The Rain".





Partendo dalla melodiosa e orecchiabilissima "Budapest", vero trampolino di lancio per George Barnett (all'anagrafe), l'EP regala spaccati blues interessanti con una capacità di armonizzazione vocale sorprendente per un ragazzo magro ed "epatico". "Did You Hear The Rain" è un blues-pop grezzo, seguito da passaggi con sonorità "sudiste", vicine alla voce di Willis Earl Bear.

 

"O' Cassy" è il nuovo singolo che anticiperà l'omonimo album in uscita nel 2014 e sul quale Ezra sta lavorando; molto più fresco dei pezzi inseriti nell'EP di lancio, "O' Cassy" è una country-ballad a metà tra Springsteen e il conterraneo Jake Bugg, che desta curiosità e un'occhio d'attenzione su questa giovane promessa del cantautorato folk inglese.

George Ezra su OndaRock
Recensioni

GEORGE EZRA

Wanted On Voyage

(2014 - Columbia)
La prova dell’album lungo per il talento del giovanissimo autore di “Budapest”

News
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.