31-10-2018

Addio a Hardy Fox dei Residents

di Massimiliano Speri
Addio a Hardy Fox dei Residents Hardy Fox, tra i principali animatori dei misteriosissimi Residents, ci ha lasciati all'età di 73 anni. La leggendaria band californiana lo ha ricordato con un toccante comunicato.

Originario del Texas, Fox si spostò a San Francisco nel 1969, anno in cui iniziò l'avventura dei Residents. In veste di compositore, musicista e tecnico del suono, ha preso parte a oltre 30 dischi del gruppo, celando la propria identità come gli altri componenti. Si è ritirato nel 2015, pur continuando a comporre. Nel 2017 è stato il primo membro ad ammettere di essere stato un Resident. L'anno successivo sul suo sito è apparsa la sinistra dicitura "1945-2018": rispondendo alla preoccupazione dei fan, la band ha commentato che era tecnicamente ancora vivo, ma gravemente malato, e che quella data si sarebbe potuta "rivelare esatta". Fox, che ha prodotto musica sotto svariati pseudonimi (Charles Bobuck, Combo de Mechanico, Sonido de la Noche, e molti altri), aveva da poco pubblicato un libro di memorie, "THIS".

Giusto la settimana scorsa è uscito "Intruders", ultimo lavoro della band più oscura della storia del rock.



Residents su OndaRock
Recensioni

RESIDENTS

Intruders

(2018 - Cherry Red)
L'ultimo album dei geniali spettri californiani, (forse) in ogni senso

RESIDENTS

The Ghost Of Hope

(2017 - Cherry Red)
L'inquietante storia dei disastri ferroviari americani nel disco-racconto dei Residents

RESIDENTS

Not Available

(1978 - Ralph)

RESIDENTS

Meet The Residents

(1974 - Ralph)
L’icona del sottosuolo, un crossover “totale” e cubista di generi musicali

Speciali

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.