14-01-2019

We Transfer, l'opera audiovisiva realizzata con il file sharing da circa 100 artisti

di Giuliano Delli Paoli
We Transfer, l'opera audiovisiva realizzata con il file sharing da circa 100 artisti

Un esperimento artistico per partecipare e/o reagire alle dinamiche del presente, un manifesto di condivisione culturale, un'esperienza che nasce dall'urgenza di vivere il tempo non solo come divenire, ma come opportunità di conoscenza, confronto, crescita, condivisione.

Nicodemo, al secolo Nicola Pellegrino, direttore artistico della label crossmediale XXXV, ha dato vita al progetto “We Transfer”, che sarà pubblicato durante il mese di gennaio da “LAP”, il “Laboratorio Artigianale di Pazzia”, un incubatore di idee che ha deciso di unire musicisti, scrittori, attori, videomaker, graphic designer. Un progetto il cui intento è la produzione di componimenti audiovisivi non convenzionali da diffondere tramie File Sharing, come dichiarato nel comunicato uffficiale "un cortocircuito “peer-to-peer” di idee messe a strati, un'esperienza dalla chiara e voluta connotazione sperimentale, il trasferimento e il trasferirsi (all'altro, agli altri)". Oltre 50 artisti hanno prodotto, attraverso la condivisione di file, musica “a distanza”. Cinque brani, la sonorizzazione di un viaggio ideale, tra versi, deliri, fiati, archi e poi elettronica, musica modale, ritmi, corde, tasti Produzioni spontanee di artisti del calibro di: Roberto Dell’Era degli “Afterhours”; Kole Laca de “Il Teatro degli Orrori”; Flavio Ferri dei Delta V; Marco Fasolo dei “Jennifer Gentle”; Giorgio Consoli frontman dei “Leitmotiv” e attore di teatro e cinema; Riccardo Tesio dei “Marlene Kuntz”; Anacleto Vitolo; Marcello Colasurdo; Teresa De Sio; Tony D’Alessio del “Banco del Mutuo Soccorso”; Jasmina Tesanovic; Garbo; Giuseppe Fontanella dei “24 Grana”; il dj old school Tony Ponticiello; il producer e voce dei “Soerba” Luca Urbani e tantissimi altri musicisti ed artisti plurimedia. I file che perverranno alla mail wetransfer@xxxv.it saranno montati (in parte o integralmente) sulle musiche prodotte, per un'unica narrazione audiovisiva realizzata da circa 100 artisti. Il risultato dell'intera operazione sarà condiviso anche sul nostro sito.