07-06-2019

morto Dr. John, lo stregone di New Orleans

di Massimiliano Speri
La musica statunitense perde uno dei suoi personaggi più caratteristici e originali: il leggendario Dr. John, al secolo Mac Rebennack, si è spento nella sua New Orleans a 77 anni a causa di un infarto.

Rebennack è stato forse la massima icona musicale della città, di cui ha incarnato con gusto e ironia il melting pot musicale e le atmosfere intrise di voodoo. La caratteristica voce e l'inconfondibile look da "bluesman stregone" l'hanno presto tramutato in un personaggio pittoresco, amatissimo dagli appassionati, senza tuttavia mai eclissarne la statura di strumentista e compositore. Dopo gli inizi come session man (Rolling Stones, Frank Zappa, Van Morrison, Harry Nilsson tra i suoi clienti), esordì in proprio nel 1968 con lo storico album "Gris-Gris", contenente la celeberrima "I Walk On Guilded Splinters". Da lì si dipanò una carriera valsa oltre trenta album e ben sei Grammy, sempre all'insegna di una grande curiosità musicale e con collaborazioni ad alti livelli. Nel 1976 partecipò al concerto d'addio della Band e la sua performance rimase immortalata nel famigerato film concerto di Martin Scorsese "The Last Waltz". Il suo ultimo album, datato 2014 e intitolato "Ske-Dat-De-Dat: The Spirit Of Satch", è un sentito tributo a uno dei suoi più illustri concittadini: Louis Armstrong.



Dr. John su OndaRock
Recensioni

DR. JOHN

Ske-Dat-De-Dat: The Spirit Of Satch

(2014 - Proper Records)
Dr John rielabora Satchmo e lo trascina nel blues

DR. JOHN

Locked Down

(2012 - Nonesuch)
In coppia con Dan Auerbach, la leggenda di New Orleans torna a nuova vita

DR. JOHN

City That Care Forgot

(2008 - 429 Records)
Il duro canzoniere politico di Mac Rebennack, in arte Dr. John

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.