13-08-2019

morto David Berman, leader di Silver Jews e Purple Mountains

di Domenico De Maio

David Berman, cantante dei Silver Jews e dei Purple Mountains, è morto lo scorso 7 agosto all'età di 52 anni. La causa del decesso, avvenuto in un appartamento di Brooklyn, è stata messa agli atti, dal medico legale, come suicidio per impiccagione. La Drag City, label per cui Bergman incideva, ha dedicato un affettuoso ricordo, sul proprio sito ufficiale, al musicista scomparso. Bergman era nato a Williamsburg, in Virginia, è stato  membro fondatore dei Silver Jews (insieme a Stephen Malkmus e Bob Nastanovich dei Pavement) guadagnandosi rispetto e credibilità nel mondo dell'indie-alternative statunitense dagli anni Novanta in poi. Restò sulle scene fino al 2009, anno in cui Berman annunciò il ritiro dall'attività musicale, ritenendo il suo percorso giunto al termine, preferendo concentrarsi sulle sue passioni per la scrittura, il fumetto e la poesia. Dopo 10 anni di silenzio, c'era stato il suo clamoroso ritorno alla musica, con il nuovo progetto dei Purple Mountains (una band formata con Jeremy Earl dei Woods) di cui era stato pubblicato l'album d'esordio omonimo, soltanto un mese fa. Era previsto anche un tour estivo di supporto al disco. La morte improvvisa di Berman è stata uno shock, un fulmine a ciel sereno per i tanti musicisti che hanno collaborato e si sono ispirati a lui, e che in questi giorni stanno rendendo omaggio al musicista.



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.