12-11-2021

Addio alla cantautrice e pianista americana Margo Guryan

di Giuliano Delli Paoli
Addio alla cantautrice e pianista americana Margo Guryan

Lo scorso 10 novembre è venuta a mancare Margo Guryan. La cantautrice americana si è spenta all’età di 84 anni nella sua casa di Los Angeles. Diventata un vero e proprio culto negli anni ’90, Guryan è considerata una piccola grande leggenda del chamber-pop degli anni 60. Il suo unico disco di inediti, “Take A Picture”, fu pubblicato nel 1968, via Bell. Un album zeppo di ballate leggiadre capace di unire il sunshine-pop dei Beach Boys con il jazz più ricercato che purtroppo cadde presto nel dimenticatoio, visto che la musicista si rifiutò di promuoverlo con un tour nonostante i primi riscontri favorevoli. “Non mi piaceva sentirmi dire cosa fare" raccontò nel 2010 Guryan al conduttore britannico Iain Lee. Dopo essersi laureata alla Boston University, Margo Guryan sposò il produttore David Rosner, scomparso nel 2017, e studiò pianoforte alla Lennox School of Jazz, collaborando con Ornette Coleman e Don Cherry e avendo come professori Bill Evans, Max Roach e Milt Jackson. Nonostante l’oblio, Guryan ha continuato a suonare nel corso della sua vita, arrivando a pubblicare "16 Words", brano di protesta contro George W. Bush e le sue bugie sulle armi di distruzione di massa irachene. Mentre nel 2009 uscì “The Chopstick Variations”, 14 variazioni su tema al pianoforte composte durante i suoi anni di insegnamento ai bambini. Ad accrescere la sua celebrità ben oltre i confini underground, è stata la canzone "Why Do I Cry", pubblicata insieme ad altri demo nei suoi due album postumi, diventata virale su Tik Tok la scorsa estate. A riferire per la prima volta della morte di Guryan mercoledì 10 novembre, è stato il batterista dei Galaxie 500 Damon Krukowski, che ha confermato la notizia in un tweet.



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.