Bono Vox e Gavin Friday insieme per "Pierino e il lupo": in onda sulla Rai la storia che giÓ ispir˛ Bowie

02-06-2024
L'opera "Pierino e il lupo", che già ispirò David Bowie, arriva sulla Rai, con i disegni e le musiche di Bono Vox. E' una delle novità più attese annunciate da Luca Milano, direttore di Rai Kids, e dalla sua squadra a Cartoons on the Bay a Pescara. Sarà trasmessa su Rai Gulp e disponibile su RaiPlay venerdì 21 giugno (Festa della Musica) alle ore 13 e alle 17.30, e sabato 22 giugno alle 22.
Al centro della storia, è un Pierino dodicenne, in lutto per la perdita della mamma, con la celebre musica di Prokofiev e le illustrazioni di Bono Vox che, rimasto a sua volta orfano come il protagonista, canta sui titoli di coda "Nothing To Be Afraid Of" scritta insieme a Gavin Friday (Virgin Prunes) - che è anche il narratore nella versione originale inglese - e Michael Heffernan.
"Il messaggio di consapevolezza, coraggio e resilienza che era al centro della sinfonia originale riecheggia costantemente nella nostra interpretazione, mentre abbiamo trasformato la fiaba tradizionale in un adattamento originale che tocca anche il tema della perdita, del riscatto e della guarigione - hanno dichiarato Friday e Bono - La nostra speranza è che questo 'Pierino e il lupo' diventi un balsamo per tutti i bambini che devono affrontare una perdita, mettendoli in contatto con il meraviglioso mondo musicale di Prokofiev che li affascinerà".

Basata sulle illustrazioni del fondatore e leader degli U2 in veste di artista visivo, la suggestiva versione è adattata da Sophie Headwood e Séamas O'Really. Il cortometraggio segue la classica storia di Pierino e il Lupo rivisitata dal musicista e compositore Friday con The Friday Seezer Ensemble che esegue la partitura di Prokofiev, riarrangiata da Maurice Seezer e dallo stesso ex-leader dei Virgin Prunes. L'animazione del film si basa sulle illustrazioni originali di Bono Vox, amico e collaboratore di lunga data di Friday. Il cortometraggio è caratterizzato dalla fusione di animazione 2D tradizionale disegnata a mano con un mondo fisico ricostruito sul set tipico della stop-motion.
Il racconto segue un Pierino dodicenne, in lutto per la perdita della mamma e ora affidato alle cure del nonno. Dopo aver tanto sentito parlare di un famigerato lupo a piede libero, Pierino decide di attraversare il grande prato e di inoltrarsi nel bosco per cercare di trovare per primo la belva e affrontarla. Nella sua impresa incontra i personaggi che lo aiuteranno nella sua ricerca e si scontra invece con i cacciatori che mirano alla ricompensa per la cattura de lupo.

Con l'opera "Pierino e il lupo" si era già confrontato un altro mostro sacro del rock, David Bowie, che nel 1978 aveva pubblicato l'album "Peter and the Wolf" (o "David Bowie Narrates Prokofiev's Peter and the Wolf"). Nel disco l'artista londinese interpretava la voce narrante, accompagnato dalla PhiladelphiaOrchestra diretta da Eugene Ormandy. Bowie raccontò che si trattava di un regalo di Natale per il figlio Duncan, di 7 anni.