Mogwai in tour: unica data in Italia a luglio. In arrivo il docufilm sulla loro storia

18-01-2024
In attesa del documentario sulla loro storia, che sarà presentato a marzo al South by Southwest (SXSW) ad Austin, in Texas, i Mogwai si accingono a definire il loro prossimo tour, che approderà anche in Italia. La band post-rock di Glasgow presenterà al pubblico il suo decimo album, "As The Love Continues", uscito a febbraio 2021 via Rock Action Records, ma è possibile che nel frattempo possa pubblicare altro materiale. L'unico appuntamento previsto in Italia è per sabato 13 luglio all'Ellenic Music Fest di Agrigento (presso il Parco Archeologico Valle Dei Templi). I biglietti per il concerto, che saranno disponibili a partire dalle ore 9 di lunedì 22 gennaio, si potranno trovare qui.

Il documentario sui Mogwai si intitola "If The Stars Had A Sound" ed è diretto da Antony Crook. Raccoglie materiale video a partire dai loro esordi, a metà degli anni 90, fino al 2021 anno in cui, in pieno lockdown, è iniziata la lavorazione a Glasgow, in Scozia, dell'album "As The Love Continues". Crook, apprezzato fotografo e regista, nonché collaboratore di lungo corso dei Mogwai, ha arricchito il film con momenti di performance dal vivo e tracce preregistrate, catturando l'essenza della carriera della formazione post-rock scozzese.
Il documentario, prodotto da Kyrie MacTavish insieme a Naysun Alae-Carew, Marco Colombo e Mattia Della Puppa, è finanziato da The National Lottery attraverso Screen Scotland ed è stato prodotto esecutivamente da Antony Crook, Ray Black, Mark Thomas, Lauren Lamarr e Orian Williams. Ecco qui sotto il trailer del documentario.



In oltre 25 anni e 10 album in studio, i Mogwai hanno creato un personalissimo genere musicale e fidelizzato il loro pubblico, rimanendo fedeli al loro sound e alle loro radici. Siamo incredibilmente entusiasti che la gente possa finalmente vedere il film di Antony - ha commentato Stuart Braithwaite, chitarrista dei Mogwai - Inizialmente era partito come un cortometraggio sulla partenza dalla Scozia per registrare a New York all'inizio del 2020, ma quando si è verificata la pandemia tutto è cambiato. Sia noi che Antony abbiamo perseverato con il disco e il film durante la pandemia, mentre il film cresceva costantemente. Il film di Antony racconta la storia di come siamo tutti usciti dall'altra parte. Penso che abbia realizzato qualcosa di speciale".