Morgan: ascolta il nuovo brano "Rutti" (anzi, "Root - E") lanciato il 1° Maggio. E l'album con Panella può ancora attendere

24-05-2024
Ancora nessuna notizia sull'atteso nuovo album di Morgan in collaborazione con Pasquale Panella. Il disco, intitolato "…E quindi, insomma, ossia" doveva uscire lo scorso 19 novembre, ma è stato più volte rimandato e preceduto da altre iniziative di Castoldi, come ad esempio l'Ep di 40 minuti legato a "Sì, certo l'amore", il singolo uscito lo scorso novembre (il disco contiene una nuova versione del brano e l'inedito "Non+tu"). In attesa di definire i tempi del progetto, Morgan ha pubblicato il brano-invettiva “Rutti”, già eseguito al Concerto del Primo Maggio di Roma, che l’artista lombardo preferisce chiamare “Root - E” ed è un j'accuse contro il "sistema" che domina il mondo dello spettacolo. La canzone vede anche un’inedita collaborazione con il produttore e musicista Michele Canova.
Si può ascoltare qui sotto in streaming.



Tant'è, per ora, per quanto riguarda il controverso ex-leader dei Bluvertigo. "…E quindi, insomma, ossia" sarebbe il primo album di inediti di Morgan negli ultimi 17 anni: tanto è passato dal suo precedente lavoro, "Da A ad A", pubblicato nel 2007. Il progetto è ancora senza una data d'uscita ufficiale. La collaborazione tra Castoldi e Panella è nata nell'ambito della pubblicazione del libro di poesie "Parole d'aMorgan" che il cantautore milanese ha pubblicato per Baldini+Castoldi. Alla sua richiesta di poter arricchire il volume con una prefazione dal paroliere romano, Panella ha risposto con una "infazione" - né prefazione né postfazione - che in buona sostanza ha portato alla realizzazione di altrettante poesie, una sorta di commento in versi ai testi di Morgan (impegnato in questo periodo come giudice di "X Factor"). Un confronto artistico del genere non poteva trovare soluzione soltanto sulla carta. E infatti, Morgan ha deciso subito dopo di musicare alcune delle poesie di Panella per rendergli omaggio.
Il cantautore ha parlato del suo nuovo progetto descrivendolo come un regalo inaspettato. "Genti gentili e bruti brutali: preparatevi a non aspettarvi ciò che si sta pubblicando, che le canzoni comunque sia sono regali".