Bono: in prima visione su Rai5 il documentario "In attesa di un salvatore" che racconta la vita del leader degli U2

21-05-2024
Mercoledì 22 maggio, alle 23,05, su Rai 5 è andato in onda in prima visione il documentario "Bono: in attesa di un salvatore", diretto da Ruth Skirrow e dedicato alla vita del frontman degli U2. Il documentario si divide tra l'attività musicale con la band irlandese, uno dei fenomeni rock più importanti degli ultimi quarant'anni, e l'attività di Paul Hewson aka Bono Vox per i diritti civili, inclusa la lotta all'apartheid, che gli è valsa una candidatura al Premio Nobel per la pace nel 2005.
Il documentario è ora disponibile su RaiPlay a questo link.

Di recente, Bono ha anche pubblicato la sua prima autobiografia "Surrender - 40 Songs, One Story". "Quando ho iniziato a scrivere questo libro - ha raccontato - speravo di illustrare nel dettaglio quanto io precedentemente avevo sempre e solo rappresentato nelle canzoni. La gente, i posti, le possibilità datemi dalla vita. Surrender è una parola piena di significato per me. Crescere in Irlanda negli anni 70 con le mani in alto (musicalmente parlando) non era un concetto naturale e a questa parola ho girato intorno finché non ho raccolto i miei pensieri per il libro. Mi aggrappo ancora a questo genere di imperativo: nella band, nel matrimonio, nella fede, nella mia vita da attivista. Surrenderè la storia di un pellegrinaggio che non arriva da nessuna parte... ma con un sacco di divertimento lungo il cammino". Il solito Bono, insomma, che gioca a spiazzare e disorientare attraverso le pagine della sua vita, della sua band e del suo paese, di cui è diventato la massima icona musicale.
L'espediente di "40 Songs, One Story" consente di strutturare il volume in quaranta capitoli, ognuno intitolato come una canzone degli U2. Sotto la guida carismatica di Bono Vox, si compie la vertiginosa accelerazione che trasforma gli U2 da ruspanti teenager dublinesi a rockstar mondiali, fino a stagionati professionisti del mainstream - e Bono non nasconde opinioni anche controverse sulla longevità della band, a fronte di decenni di difficoltà personali e profonde divergenze creative. In parallelo, cresce anche la sua seconda vita di attivista, dalla lotta per cancellare il debito dei paesi poveri alla battaglia contro l'emergenza globale dell'Aids.