Air Conditioning

Dead Rails

2007 (Load) | noise-rock

Chiunque ritenga Load Records l’etichetta più cool al momento, vedrà suffragata la propria opinione dal nuovo lavoro degli Air Conditioning, terzetto noise-rock proveniente da Allentown, Pennsylvania. Il resto passerà certamente la mano, pensando all’ennesima carnevalata fracassona come se ne sentono a volontà negli ultimi tempi. Ecco - e mi riferisco a quest’ultima categoria di ascoltatori - dategli almeno una possibilità, perché “Dead Rails” poco ha da spartire  con i parossismi elettronico/metallici di quegli harsh-noiser ottusamente abbarbicati su posizioni oltranziste. Non a caso si è utilizzato sopra il temine noise-rock, a sottolineare l’aspetto “musicale” dell’operazione, la presenza di un minimo di struttura, ordita sfruttando al meglio le potenzialità dell’interazione chitarra-basso-batteria.  Ordine nel caos, coerenza interna, linearità, caratteristiche che mancavano al precedente “Weakness”, ad esempio.

Ciò detto, fate comunque attenzione,  questi vi fottono l’udito (e OndaRock non accetta addebiti)… A partire dall’attacco devastante di “Where To Litter/Trash Burning”, che rievoca furie metallurgiche Skullflower/Terminal Cheescake, con cambi repentini di tempo alla Blind Idiot God. E assicuratevi di essere soli in casa, perché vostra madre/la vostra compagna potrebbero minacciarvi con un nodoso matterello o peggio chiamare di filato la neuro ove mai dovessero ascoltare la malsana "Conclusions/Concussions", un bulldozer cingolato di feedback all’acido solforico con elegante corredo di urla selvagge.

Fortunatamente i nostri regalano una pausa nel drone-ambient di “I Run Low”, prima del massacro finale di “Accept Your Paralysis/Cephalexin”, un monolite dissonante sostenuto da un’energica costruzione ritmica che impedisce al suono di collassare su se stesso.  
Quattro pezzi in mezz’ora, d’altronde sarebbe difficile sostenere l’ascolto per un periodo maggiore, poiché il rumore degli Air Conditioning, ancor più sconvolgente dal vivo a quanto si dice, pur caratterizzandosi  per un’annichilente fisicità, possiede una prominente qualità psicologica: induce alienazione, distacco, abbandono, follia. Mi raccomando, siate prudenti, potreste rimanerci sotto.  

(29/05/2007)

  • Tracklist
 
  1. Where To Litter/Trash Burning
  2. Conclusions/Concussions
  3. I Run Low
  4. Accept Your Paralysis/Cephalexin
Air Conditioning sul web