Delitto Perfetto

Doublethinkers

2007 (Minoia/Fairwood) | hip-hop

di

Direi che ci siamo. Nella Romagna, tra una piada e un bagnino piacione, è cresciuto il progetto Delitto Perfetto, costola de Il Lato Oscuro della Costa, in cui militano Polly e Dj Nada. Poco più che ventenni, i due già rullano come professionisti, sarà l'enorme gavetta alle spalle, sarà che se le cose le sai fare si sente e si vede.

"Doublethinkers" è un prodotto di hip-hop legato alle radici che possono immaginare tutti quanti abbiano avuto un orecchio alle musica italiana durante gli anni 90, ma contrariamente a Sangue Misto, Messaggeri della Dopa o PMC, c'è un'attitudine genuinamente pop pur senza mai uscire dai binari di un rap preciso e affilato e di basi che lasciano le proprie orme forti e decise. Se volessi creare scalpore, si potrebbe dire che se “Ferrara” si fregiasse di un video pieno di donne nude, pistole e il restante circo di stereotipi, riscuoterebbe più successo di tanti surrogati Mtv-iani tanto in voga di questi tempi.

Quanto è importante cosa si esprime quando si fa hip-hop? Per qualcuno non tanto, per molti, compreso il sottoscritto, molto. Al di là della tecinca di Polly come MC, è la capacità di scrittura di testi lontani dalle banalità, in cui spesso il rap si inquadra da sé, che eleva i Delitto Perfetto una spanna sopra molti, tanti, italiani e stranieri. La capacità di creare una poetica propria e personale, forte di temi quotidiani ma trattati con spessore. Dall'altro lato del deck, Nada fa sposare le proprie idee di beatmaker con le parole di Polly per creare i paesaggi giusti, in un incontro che non è per nulla regolato dal caso. “Odeacrisi”, autentico anatema, o “Un Altro Giorno Perfetto”, in cui i nostri vanno a insediare i territori Anticon più duri e impervi dei primi cLOUDDEAD, sono la riprova del valore di questo duo e del collettivo che li sostiene.

C'è lo spazio anche per un'ospitata di grandissimo valore, e che colpisce direttamente alla mandibola: Kill The Vultures. Con la crew di Minneapolis, i romagnoli giocano la carta hardcore, il beat diventa granitico e ossessionato da una ripresa di pianoforte che incupisce la canzone, il flow è letteralmente un flusso pressoché ininterrotto, in cui le due unità si alternano al microfono producendo una “Hunting Season” che va a caccia di tutti quelli che, vantandosi di essere i migliori esibendo muscoli e immagine plastificata, uno stile così concreto lo possono solo fiutare da lontano.

"Doublethinkers" è un disco che raccoglie l'eredità di una scena che pareva essersi persa o, peggio, venduta. Lontani dalla faciloneria che permetterebbe loro di intascare molti più soldi di quanto non facciano ora. Misurarsi con i grandi nomi internazionali utilizzando la propria lingua come punto a proprio favore non è facile e richiede coraggio. Aggiungiamoci anche che alla prima prova sulla lunga distanza un disco così non era lecito aspettarselo e il giochino è fatto. E dire che vanno avanti a “pillole e gameboy”, sarà la dietà giusta?

(22/09/2007)

  • Tracklist
  1. D.E.L.I.T.T.O. P.E.R.F.E.T.T.O.
  2. Come Uccidere Fantascienza
  3. Vacanze Omosessuali ft. Mr.Hellink
  4. Ferrara
  5. È Facile
  6. Odeacrisi
  7. Lu
  8. Un Altro Giorno Perfetto
  9. Dimenticati Da Chi
  10. Hunting Season ft. Kill The Vultures & Dj Myke
  11. Doublethinkers
  12. 3 ft. Il Lato Oscuro Della Costa
  13. Human Pixel
Delitto Perfetto on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.