Gabriel Sternberg

Endless Night

2007 (Canebagnato Records) | songwriter

Dieci ballate intimiste per Gabriel Sternberg, cantautore italo-tedesco che con "Endless Night" entra nella scuderia della piccola, ma vitale Canebagnato Records.

Malinconico, delicato, aggrappato alla semplicità delle piccole cose, Sternberg dimostra, comunque, di non essere ancora riuscito a venire a patti con la sua ispirazione, consegnandoci un lavoro altalenante e dalle soluzioni un po’ troppo scontate. "Endless Night", potrebbe, quindi, essere paragonato a un diario di appunti, a un taccuino di soluzioni provvisorie che, ci auguriamo,  incontreranno miglior sorte nel prossimo futuro. Nel frattempo, “Marzena”, dopo l’intro di “Today”, è già un biglietto da visita eclatante della sua introspezione vacillante: una voce non ancora matura, ma già carica di tensione; una chitarra a cui aggrapparsi, quasi fosse il bastone della vecchiaia dell’anima.

C’è un non so che di Lennon nella ballata pianistica di “Willow Tree”, invero attraversata anche da certe inquietudini Black Heart Procession. Così, come era già stato evidenziato dall’intenso “The Restless Fall” di Paolo Saporiti, l'etichetta milanese sembra perseguire un tipo di cantautorato dal vibrante respiro autunnale; un cantautorato che è come un incanto sospeso, una prospettiva distorta dalla magia di una giornata uggiosa. Di questi tempi, magari, attecchisce un po’ di meno, ma in determinate circostanze (quelle giuste…), potrebbero anche ferirvi a morte i brandelli di vita quotidiana di “Soon”, la desolazione senza scampo di “Silent Day” e “With You” o, ancora, la disperazione “ovattata” di “Please Don't Leave Me” e di “The End Is Now”.

Quello di Sternberg, ve ne accorgerete, è un universo privato dove l’occhio indiscreto degli estranei è quasi un affronto irrimediabile. Ci permettiamo, però, il lusso di guardare dal buco della serratura, perché per il momento il Nostro è ancora in cammino e noi ci sentiamo un po’ come dei compagni di viaggio.

(17/06/2007)

  • Tracklist
1. Today
2. Marzena
3. Willow Tree
4. Soon
5. Far As A Star
6. Silent Day
7. With You
8. Please Don't Leave Me
9. Close To Me
10. The End Is Now
Gabriel Sternberg su OndaRock
Recensioni

GABRIEL STERNBERG

Phantomschmerz

(2012 - Klang:hAUS)
Il cantautore italo-tedesco e la sua dolce sublimazione del dolore

Gabriel Sternberg on web