Lip Colour Revolution

Lip Colour Revolution

2008 (Suoni Sommersi) | post-grunge, alt-rock

Partono a razzo, con l’acrobatico, incalzante hard-rock appena venato stoner di “Smoking May Reduce The Blood Flow And Cause Impotence” e proseguono con gli echi grunge di “Canadian Girl”, mostrando un impeto sanguigno ed una voglia di fare apprezzabile. Loro sono i Lip Colour Revolution e vengono da Livorno e con quest’omonimo esordio si affacciano sulla scena italica con dignitosa personalità, nonostante siano ancora evidentissimi tutti i debiti con la scena di Seattle dei primi anni Novanta (ascoltare, per credere, “Zebra 3”… ma anche “The Shape Of Silence”, anche se, in quest’ultimo caso quel volo atmosferico, più che ai Soundgarden, fa pensare ai Pearl Jam, magnificamente rievocati in “Force Of Nature”, che sembra quasi una “Present Tense” riletta in controluce).

Ma il quartetto composto da Filippo Infante (voce, tastiere, synth) Gianni Niccolai (basso, lapsteel, voce), Marco Lascialfari (chitarra, voce) e Giacomo Salvadori (batteria) flirta anche con certo alt-rock più corposo e guerrafondaio, fino a lambire territori hardcore in “Germs” (ci siamo capiti, no?).
Non mancano, inoltre, come nel caso di “Electric Mama”, umori southern, mentre “Blind Pig” investe il sound di subliminali infatuazioni lisergiche (del tutto deliranti nella tribolante ghost-track). Infatuazioni, queste, che movimentano un po’ la baracca, come le comparsate melodiche, stile Queens Of The Stone Age, di “She Likes To Groove” o le dinamiche drammatiche di “Vertigo”, ovvero dei Barkmarket meno erratici.

Niente male, insomma, anche se, per il momento, meritano solo la piena sufficienza.

(07/09/2008)

  • Tracklist
1. Smoking May Reduce The Blood Flow And Cause Impotence
2. Canadian Girl
3. Zebra 3
4. The Shape Of Silence
5. Blind Pig
6. Germs
7. She Likes To Groove
8. Vertigo
9. Electric Mama
10. Scirocco
11. Force Of Nature
12. ?
Lip Colour Revolution on web