The All New Adventures Of Us

Best-Loved Goodnight Tales

2008 (One little Indian) | pop-folk-rock

Proviene da Northampton Chris Tanaou, e il suo folk-pop ha alimentato più di una speranza in chi attende nuovi poeti regalati al mondo della musica popular. Sicuramente incuriosisce il suo profilo artistico: dopo aver fondato una stramba etichetta che produceva solo vinile e cassette, infatti, ha incrociato nel suo percorso la sempre più grintosa One Little Indian, che nel tentativo di raccogliere ottimi musicisti con background diversi sta perdendo spessore e importanza.

"Best-Loved Goodnight Tales" è un esordio che purtroppo suona vecchio e prevedibile, nella scia del folk-rock di scuola Waterboys, Levellers, Matthew Ryan, si inserisce senza una personalità all'altezza, proponendo un insieme di canzoni che sembrano b-side e outtake dei gruppi succitati.
Non è un brutto album, "Best-Loved Goodnight Tales", ma è sostanzialmente inutile. Chris Tanaou elabora soluzioni troppo articolate, che appesantiscono il sound.
Le canzoni non riescono a librare il volo, salvo qualche eccezione. "Firetruck" stuzzica con energia e brio, "45 Forever" è un hit da aggiungere alla lista del tuo i-Pod. Su tutte, però, svetta “Medicine”, un robusto folk-rock che sembra uscire dalle migliori pagine dei primi Del Amitri: è il brano dove Tanaou esibisce la sua stoffa di compositore, con un crescendo emotivo che mantiene lirismo ed energia con vigore e brio. Anche “The Wide-Eyed  Led Us Home”, a tratti, ci fa sperare che in futuro il gruppo possa esibire un repertorio e un suono più maturo e meno derivativo di questo poco convincente esordio.

(18/12/2008)

  • Tracklist

1. A Good Liar Is A Good Storyteller
2. Firetruck
3. Me Me Me
4. St Crispin's Got Our Back
5. 45 Forever
6. The Art Of The High Five
7. Loflets Grand/New Year Outro
8. Medicine
9. The Wide Eyed Led Us Home
10. Perfectly Imperfect
11. Hold On

The All New Adventures Of Us on web