16

Bridges To Burn

2009 (Relapse Records) | sludge

“Zoloft Smile”, ultimo loro disco, data 2003. Per cui, se la matematica non è un’opinione, ci sono voluti ben sei anni perché i 16 tornassero a far parlare di sé.

Mai stato capace di regalarci un disco di reale spessore, il sestetto californiano conferma, anche con questa nuova fatica, l’incapacità di affondare il coltello nella ferita aperta dello sludge-metal.

E’ un disco bello tosto e incazzato, “Bridges To Burn”. Ben suonato, anche. Ma è tutto giocato a livello di superficie, se capite cosa intendo. Una volta messo via, si pensa ad altro, si cercano i riferimenti musicali che lo sostengono... Quei riferimenti musicali che i Nostri non riescono mai a fagocitare e risputare con la giusta dose di furia ispirativa.

La fanghiglia di “Throw In The Towel”, le cadenze stoner di “Skin & Bones”, quelle thrash di “Man Interrupted”, l’emocore al cardiopalmo di “Monday Bloody Monday”: tutto rappreso in un pugno di violenza un po’ troppo di facciata, qualche volta con la vaga idea di farsi epica progressiva (“Me & My Shadow”), qualche altra, ancora, muscolare ma privo di una direzione precisa (“Flake”).
“Permanent Good One” propone anche una sorta di rivisitazione incazzatissima del canone hard-rock, mentre “Missed The Boat” venera, naturalmente, i progenitori Melvins.

Non basta, però, a metterci le budella sottosopra, a renderci dinamite vivente, a farci venire voglia di sputare in faccia al mondo tutto il nostro rancore.

(08/02/2009)

  • Tracklist
1. Throw In The Towel
2. Skin & Bones  audio
3. Me & My Shadow
4. Man Interrupted  audio
5. Flake
6. You Let Me Down ( Again )
7. Monday Bloody Monday
8. Permanent Good One
9. So Broken Down  audio
10. Thorn In Your Side
11. What Went Wrong?
12. Missed The Boat
su OndaRock
16 on web