Jay Brannan

In Living Cover

2009 (Great Depression / Nettwerk) | songwriter

Più noto per la sua performance attoriale nel controverso "Shortbus" (dove fa la sua prima apparizione anche Scott Matthew) che per la sua carriera musicale, il giovane artista statunitense Jay Brannan, a tre anni di distanza dall'omonimo esordio, pubblica un interlocutorio mini-album che comprende due inediti e ben sette cover.
Se i due inediti (uno recenissimo, l'altro risalente addirittura al 2002), di buona fattura, nulla ci dicono di più sulle sue qualità di scrittura, senza dubbio "In Living Cover" ottiene il risultato di dimostrare in maniera innegabile le ottime doti canore di Jay, la cui voce personale e carismatica, in leggero falsetto, si presta abilmente a interpretare brani di diverso stile e genere musicale.

Diverso discorso deve farsi per gli arrangiamenti che, seppure piuttosto omogenei e lievemente monocordi, non sempre risultano del tutto riusciti: se brani come "All I Want" di Joni Mitchell o "Zombies" dei Cranberries ben si prestano all'interpretazione scarna e sentita dell'artista statunitense, in altre occasioni, benché se ne possa apprezzare la "temerarietà", le scelte artistiche di Jay lasciano perplessi, come nel caso di "Blowin' In The Wind", dove Brannan interpreta il brano dylaniano accompagnato esclusivamente da una kashaka.

Tutto sommato "In Living Cover" risulta essere una buona introduzione per chi ancora non conosce questo giovane artista, in attesa che il "difficile" secondo album dica, definitivamente, se ci si trova di fronte a un talento vero oppure solo a un buon artigiano.

(23/11/2009)

  • Tracklist
  1. Beautifully
  2. Say It's Possible (Terra Naomi)
  3. All I Want (Joni Mitchell)
  4. Blowin' In The Wind (Bob Dylan)
  5. The Freshmen (The Verve Pipe)
  6. Good Mother (Jann Arden)
  7. Both Hands (Ani DiFranco)
  8. Zombie (The Cranberries)
  9. Drowning
Jay Brannan su OndaRock
Recensioni

JAY BRANNAN

Goddamned

(2008 - Great Depression Records)
Songwriting spoglio per l'esordio folk di un giovane attore/musicista

Jay Brannan on web