Juta

Running Through Hoops

2010 (Arctic Rodeo) | alt-pop, folk-pop

Band italo-canadese con la predilezione per gli arrangiamenti folk, Juta raccolgono i loro primi tentativi nell’esordio di “Running Through Hoops”, una raccolta piacente ma di sicuro non innovativa di pezzi di pop da camera, basati spesso su un impianto da Cat Power a cuor leggero, che più di qualche volta scricchiola nella sua tenuta.
“Wait” in negativo, una Alanis Morissette ammalata di sentimentalismo, e “Marigold” in positivo, con le sue trame carillon-style, sono gli emblemi del disco. Quanto segue è pressoché soprassedibile. Numeri melodici come “Out Of Hand” non hanno personalità né emozioni. Convincono più di tutti l’inno fantasma di “Neon Lights” e la pseudo-folktronica di “All The Places”. Colmo dei colmi, il brano più piacevole è una cover, la “Protection” dei Massive Attack.
Molto più affascinante la cronistoria: prima la traversata transoceanica di Pierluigi Aielli per arrivare a Barbara Adly, la futura cantante (già collaboratrice di Plants And Animals e Olivier Alary), a Montreal, e poi le spole della stessa verso l’Italia, a cementare un progetto continuamente cosmopolita. Stampato anche in vinile.

(08/11/2010)

  • Tracklist
  1. Marigold
  2. Wait
  3. Where
  4. Untwined
  5. Out Of Hand
  6. Spoon River
  7. Neon Lights
  8. All The Places
  9. New Shoots
  10. Protection
  11. Monday’s Haze
su OndaRock
Juta on web