AA.VV.

Nonplace 10th Anniversary Edition

2010 (Nonplace) | elettronica, dub, jazz

Per festeggiare il decimo anno di vita, l'etichetta tedesca Nonplace dà alle stampe una compilation con quindici tracce strumentali inedite.
In alcuni casi si tratta di versioni remix di brani già noti, in altri di take alternative, in altri ancora di brani appositamente composti per l'occasione.
La label fondata da Burnt Friedman è diventata nel tempo un punto di riferimento negli ambienti legati alla musica elettronica mitteleuropea, contribuendo a diffondere quei suoni che hanno reso Berlino il centro del mondo di certe avanguardie.

La Nonplace, nelle ventisette pubblicazioni che hanno preceduto questo anniversario, si è specializzata nell'innesto di contaminazioni jazz e dub in strutture fondamentalmente electro.
Punto focale di tutte le produzioni della label teutonica è la figura di Friedman, classe 1965, il quale quando non compare come titolare lo fa quasi sempre come membro aggiunto delle varie band messe sotto contratto, se non addirittura in veste di remixer.
In questi dieci anni Burnt si è circondato di fidi collaboratori, apparsi in molte delle emissioni Nonplace: fra i più ricorrenti vale la pena di ricordare almeno l'onnipresente sassofonista Hayden Chisholm. Non vanno poi dimenticati gli ottimi dischi pubblicati da Friedman a nome proprio (fra tutti citiamo "First Night Forever" del 2007, ottimamente recensito da queste parti) e le collaborazioni altisonanti, vedi quelle con l'ex-Japan David Sylvian e con il pioniere del kraut-rock ed ex-membro dei Can Jaki Liebezeit.

Friedman fa la parte del leone anche in questa raccolta, firmando a proprio nome ben sei tracce, tre delle quali cointestate con Liebezeit, fra le quali l'iniziale remix di "The Librarian", apertura dall'andamento decisamente ambient che originariamente ospitava la voce del già citato Sylvian.
Quattro composizioni sono invece cofirmate da Friedman e Uwe Schmidt (aka Atom Heart), che insieme hanno dato vita al progetto Flanger, due Ep e sei album all'attivo, alcuni dei quali pubblicati su Ninja Tune, attraverso i quali si è concretizzata l'intenzione di esplorare particolari sentieri dell'elettronica e del jazz contemporaneo.

Ampio spazio viene assicurato ai due principali progetti del sassofonista Hayden Chisholm, Embassadors e Root 70, entrambi presenti con due tracce. Gli Embassadors, muovendosi su scenari prevalentemente nu-jazz, dimostrano di non disdegnare contaminazioni afro-caraibiche, come nel caso di "Makena".

E' un bel trip questo dischetto, il quale, sulla scia di egregie operazioni simili condotte in tempi recenti ad esempio da Warp e Hyperdub, tenta di assurgere a bignamino dell'etichetta discografica.
Fra stilosi groove electro ("The Sticks"), landscape minimalisti sui quali si innestano chitarre etniche ("Roots Automation"), jazz ora più tradizionalisti ("Nightbeat", lo shuffle di "Crime In The Pale Moonlight") ora più modernisti ("Funeral March"), dove la lezione di Miles Davis aleggia costantemente nell'aria, non è difficile divorare con avarizia una compilation ben fatta e di gran classe.
Non si disdegna qualche sortita nell'avanguardismo più spinto ("Gruppenreise"), né tantomeno le derive dub rimarcate con particolare forza nell'apparizione di Prof. Psygrooves: "Flow".

Senza alcuna intenzione di porsi come esaustiva, questa raccolta sintetizza gran parte dell'estetica Nonplace, con jazz e dub ben radicati nel nucleo elettronico del Friedman-pensiero.

(23/05/2010)

  • Tracklist
  1. Friedman & Liebezeit - The Librarian (Friedman Remix)
  2. Prof. Psygrooves - Flow (Friedman Remix)
  3. The Embassadors - Iboga Dreamtime (medium)
  4. The Embassadors - Makena (Mark Ernestus Mix)
  5. Burnt Friedman - Where Should I Go ? (Instrumental Remix)
  6. Burnt Friedman - Roots Automation
  7. Flanger - Funeral March (Remix)
  8. Root 70 (plays Flanger) - Nightbeat (Flanger Remix)
  9. Flanger - Crime In The Pale Moonlight (Remix)
  10. Flanger - Crime In The Pale Moonlight (Rashad Becker Remix)
  11. Flanger - Peninsula (2010 License Version)
  12. Liebezeit & Friedman - The Sticks (Rashad Becker Remix)
  13. Burnt Friedman - Dream Sequence (Soundtrack)
  14. Root 70 (plays B.Friedman) - Gruppenreise (Rashad Becker Remix)
  15. Friedman & Liebezeit - Wirklich (Friedman Remix)
AA.VV. on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.