Jorane

Une Sorciére Come Les Autres

2011 (Vega Musique) | songwriter

Violoncellista di origine franco-canadese, Jorane è uno dei tesori nascosti della musica rock più colta.
Una raffinata autrice di una serie di album ricchi di citazioni neoclassiche e jazz, pervase da un fremito cantautorale, figlio del miglior Leonard Cohen.
E' infatti il geniale poeta canadese la fonte d'ispirazione del nuovo album "Une Sorciére Come Les Autres", la cui copertina omaggia il famoso "Greatest Hits" di Cohen. In questo stesso album, inoltre, la sempreverde "Suzanne" è oggetto di una rilettura sagace e ricca di pathos.
 
Album destinato a pochi attenti blogger e ai fedeli seguaci della dotata musicista canadese, "Une Sorciére Come Les Autres" è il suo lavoro più affabile e leggiadro, nel quale le complesse architetture di composizione e d'arrangiamento sono accantonate per abbracciare gli umori e i toni più ricchi di sfumature tipiche del cantautorato pop-rock.
La strega (Sorciére) Jorane si adorna di vesti primaverili ed evoca il tepore della neve; come novella Kate Bush crea nuove canzoni pagane e festose (la saltellante "Le Baiser") ma anche ricche di spiritualista (la superba poesia di "Les Gens Qui Doutent") e intreccia violino e percussioni con sensuali accordi di basso e organo (la fremente e insolita "Pendant Que Les Champs Brùlent").

Resta spazio per intense pagine di musica colta ("En Pleine Face" e "Depart"), che Jorane dipinge con raffinate partiture di violoncello, ma anche per due piccoli gioielli di scrittura ("Une Sorciére Come Les Autres", "Marilyn Et John") che renderebbero nobile il repertorio di molti musicisti contemporanei.
Abile nel ricercare brani a cui donare una nuova chiave di lettura, Jorane estrae l'anima più oscura e trascendente della splendida "Je Te Laisserai Des Mots" del compatriota Patrick Watson e dona nuova vita alla celebre "Suzanne", nella quale, tra arpa e violoncello, le note si dileguano e si rigenerano creando un'atmosfera inquieta e straziante, con toni chamber-pop e baroque che fanno invidia alla miglior Tori Amos.

Jorane ha tracciato un percorso sonoro personale, e così il suo successo in paesi come la Francia e il Libano è sintomo di una forza viscerale che pian piano sta conquistando un pubblico attento.
Dopo aver dimostrato le sue doti di musicista e compositrice, ora stravolge la poesia altrui, reinventando pagine ricche di forza e poesia ("Suzanne", "Une Sorcière Comme Les Autres", "En Pleine Face") e gettando le basi per un album strumentale, pronto ad accogliere tutte le intuizioni e la creatività di un'artista dalle qualità straordinarie.

(11/11/2011)

  • Tracklist
  1. En Pleine Face
  2. Marilyn Et John
  3. Le Baiser
  4. Les Gens Qui Doutent
  5. Une Sorcière Comme Les Autres
  6. Pendant Que Les Champs Brûlent
  7. Départ
  8. Suzanne
  9. L'engeôlière
  10. Je Te Laisserai Des Mots
su OndaRock
Jorane on web