Canaan

Of Prisoners, Wandering Souls And Cruel Fears

2012 (Eibon) | gothic-metal, dark-ambient, doom

Nel panorama italiano i Canaan sono un gruppo particolarmente longevo, che conta al proprio attivo altri sei album, tutti editi dalla Eibon - etichetta specializzata in varie forme di musica industriale del titolare del progetto, Mauro Berchi, noto anche come giornalista per :Ritual:, ma anche attivo come Ras Algethi (tra i padrini del funeral doom) e al fianco dei Colloquio: Neronoia. Una creatura che ha sempre preso più spunti da più direzioni, ma ha sempre seguito una certa linea; e il lavoro qui proposto non si discosta molto dalla produzione espressa fino ad oggi, un delicato volteggiare di gothic-metal e di doom speziato con altre influenze care al background del Nostro. Qui i Canaan si propongono addirittura in doppio cd (con il secondo che si intitola semplicemente "Prisoners", e sembra narrare la storia di persone diverse rinchiuse chissà dove), sebbene il materiale non sia in realtà in grado di giustificare una tale estensione.

Già il primo disco, infatti, si avvolge su se stesso con variazioni minime della struttura praticamente identica di tutte le canzoni: una voce baritonale maschile duetta col suadente soprano femminile e il lento svolgersi della chitarra in saturazione/distorsione è alternato da pause. Occasionali gli assoli di chitarra elettrica o di sintetizzatore, più spesso lasciati solo sullo sfondo. Certo, c'è una solida presa nell'incedere dei pezzi, quasi epico nella sua sfumatura lirico/tragica (che alla lunga stanca), ed è innegabile che ad alto volume i brani diano la loro soddisfazione. Anche la produzione ha dato il suo, e spesso dei bei suoni di contorno fanno capolino (molto spesso negli incipit) impreziosendo i brani.
Ma a parte qualche buona idea certamente presente in ogni pezzo, ben diluita, nel complesso c'è ben poca sostanza su cui disquisire: melodie particolarmente memorabili non ve ne sono, né accortezze quali cambi di tempo o di timbro (a parte un timido accenno in "The Memory Traveller"), mancano le influenze wave (addirittura il basso è praticamente inesistente, sommerso) o particolari spunti di personalità o canzoni trainanti. Tra gli spunti più pregevoli, "The Mind Eraser" è la versione pulita della stessa struttura, a cappella, con tocchi di campanella; "The Solar Enemy" ha qualche accenno di uso interessante del vocoder; "The Scream Painter" parte con un giro di batteria, ma si appiattisce subito, mentre "The Ghost Chaser" mostra interessanti influenze Swans primo periodo, e forse risulta il pezzo più riuscito di tutti, anche se dopo l'incipit la canzone non decolla, chiudendo comunque in maniera decorosa con suoni di interferenza.
Non che l'uso di questo tipo di composizione sia un male - molti gruppi americani vivono reiterando le loro strutture vincenti, e i loro cavalli di battaglia spesso sono indistinguibili. I Canaan, nella loro ridondanza, ci sanno fare, però dovrebbero acquisire un maggior senso della misura.

Il secondo disco, invece, dilata l'attitudine dark-ambient del gruppo. Ogni pezzo adesso ha una vera personalità, caratterizzata da una particolare scelta di suoni e di "strumenti": forti riverberi, lunghe carezze di synth miste a ruvide oscillazioni, ritmi che sanno del tribale battere su tronchi in mezzo a foreste, stratificazioni, voci, rintocchi metallici dal suono decisamente ricco, dilatazione di armoniche in riverbero, piccoli tocchi alle corde della chitarra, respiri, scale di campanelle, minacce sonore velate o sporgenti verso l'ascoltatore e via discorrendo.

Certo, di fronte a due facciate così differenti il giudizio non può essere ovviamente univoco. Di grande impatto è in ogni caso il curatissimo livello grafico che corona le trentadue pagine del booklet, con colori a fortissimo contrasto che contribuiscono a dare un'ulteriore sensazione di oscurità e disagio a un lavoro che dice molto già di per sé.

(27/06/2012)

  • Tracklist

Cd 1

  1. The Lighthouse Keeper
  2. The Memory Traveller
  3. The Scream Painter
  4. The Ghost Chaser
  5. The Illusion Fugitive
  6. The Mind Eraser
  7. The Night Beggar
  8. The Solar Enemy
  9. The Fear Merchant
  10. The Pain Sentinel
  11. The Love Slasher

 

Cd 2

  1. Prisoner #1
  2. Prisoner #2
  3. Prisoner #3
  4. Prisoner #4
  5. Prisoner #5
  6. Prisoner #6
  7. Prisoner #7
  8. Prisoner #8
  9. Prisoner #9
  10. Prisoner #10
  11. Prisoner #11
Canaan su OndaRock
Recensioni

CANAAN

Contro.Luce

(2010 - Eibon Records)
Il progetto meneghino con le sue atmosfere asfittiche a metÓ tra immobilismi doom e solitudini dark-wave ..

Canaan on web