Femina Faber

Amplexum Mentis - Ut Cosmo Concordent Voces

2012 (Calembour Records) | ethereal, darkwave

La voce di Paola Bianchi è l'elemento fondante di questo disco di atmosfere sospese tra antica conoscenza e intimismo emotivo. Una voce vibrante ed eterea, che erge architetture emotive complesse e avvolgenti senza indulgere in quegli sperimentalismi tipici di Diamanda Galas o di Demetrio Stratos, ma impersonando un'energia spirituale fluida e rarefatta. Si adagia e s'innesta su minimali strutture elettroniche e ritmiche, mantenendo una chiara posizione dominante, un ruolo di guida e di compagna dell'ascoltatore nel suo viaggio di là dalla semplice processione di parole e note. Un percorso che nasce dall'uso di una lingua morta, il latino, del tutto spoglia del cinismo e della vacuità quotidiana, e per questo strumento nobile per riscoprire un immaginario emotivo antico e dal fascino cristallizzato.

Ombre dei Portishead e schegge meccaniche di matrice synth-wave si disperdono nel magma nero e trasparente della voce della cantante. Un lento e penetrante fluire che scandisce scene fantastiche, giardini d'oscurità, matrimoni alchemici, in un palcoscenico stretto e angusto ma dalle altezze vertiginose.
È quasi superfluo sottolineare le radici in comune fra questo concept e quanto fatto dai Dead Can Dance e i Cocteau Twins, da un punto di vista sia linguistico sia compositivo. Ma Paola Bianchi non cade nella semplice fotocopia, e traccia i contorni di un tempio personale. Un luogo di culto e introspezione le cui mura riecheggiano i suoni di un lento e accorato salmodiare.
Difficile separare un brano dall'altro, poiché la loro individualità si fonde in un corpo unico d'invocazioni e confessioni: "Amplexus Mentis" è un abbraccio, un canto aperto verso il cielo notturno e i suoi segreti. Interromperlo o lasciarsi rapire è una scelta nostra.

Terzo disco finora prodotto da Femina Faber, questo è sicuramente un punto nodale della sua evoluzione artistica e spirituale, nella speranza che questa sfera magica che pare avvolgerla attualmente non imploda in un semplice manierismo, ma prosegua nell'inglobare immaginari sempre nuovi.

(10/07/2012)

  • Tracklist
  1. Ne Me Demiseris
  2. Ictus Libidinis
  3. Parva Gemma Mea
  4. In Mari Flamma
  5. Amplexus Mentis
  6. Formae Occultae
  7. Emitte Spiritum Tuum (Inferum Disco)
  8. Ne Me Demiseris (Effectio Mystica)
  9. Inter Urticas Rosetum
  10. Tenebrae Undique
Femina Faber on web