Geyser Dream

Sleeping Tape

2012 (Geyser Dream) | audiovisual, noise

Presentato come ipotetico ultimo istante di relax prima dell’avvento della catastrofica profezia Maya del 21 dicembre 2012, “Sleeping Tape” – titolo assai fuorviante e ingannevole – è a conti fatti l’opera prima del videomaker italiano Lazarus G.
Questa singolare release - cinquanta minuti circa - nasce prendendo spunto dalle due videocassette di “Remote Control”; infatti, le sole trenta copie di “Sleeping Tape” sono in formato Vhs e tutte con differenti artwork.

Il tema principale sembrerebbe essere la celebrazione del distruggere, della fine del mondo e dell’umanità: quel che si dice una vera e propria apocalisse. A una prima parte incentrata su immagini psichedeliche, distorte e sconnesse, ne segue una seconda composta di un insieme di videoclip ipnotizzanti: una sorta di videodrome per un acidissimo industrial rave party.
Questo probabile cortometraggio, è accompagnato da un’ottima e rumorosa colonna sonora industrial/drone/noise, realizzata per l’occasione da artisti poco conosciuti, provenienti perlopiù dall’area trevisana: White Vogue, Tatohys, Lazarus G., Jooklo Duo, Pulse Demon e Andrea Penso (Selaxon Lutberg, We Wait For The Snow).

Una soundtrack potente e aggressiva: una tortura vermicolare, un trapano senza la funzione di auto-reverse, una smerigliatura neuro-corticale da soda caustica non diluita, violenti boati d’esplosioni atomiche sottomarine da atollo di Mururoa, incubi da imminente bombardamento, cianfrusaglie alla Z’ev, presenze demoniache, e graffianti percussori metallici che incidono epitaffi su lastroni di nerissima ossidiana.

Consigliabile l’acquisto – se possedete in casa ancora un vecchio e malandato videoregistratore - nonché la totale visione del nastro fatta di piccoli filmati, al limite fra il grottesco e il malato: spezzoni di malsani monologhi di William Burroghs, e inserti di concerti – si fa per dire – del rumorista giapponese Eye Yamatsuka (Hanatarash).
Creare un prodotto interessante e originale non è cosa facile in questo mondo discografico; Lazarus G. con la propria videocassetta, grezza e sicuramente di ultra nicchia può essere la risposta positiva. La parte audio di “Sleeping Tape” potrebbe essere inserita come eventuale colonna sonora per un prossimo episodio della serie giapponese “Tetsuo”.

(15/10/2012)

  • Tracklist
  1. Sleeping Tape

 

Music by White Vogue, Tatohys, Lazarus, Andrea Penso, Jooklo Duo, Pulse Demon
Geyser Dream on web