Gog

In Our Architecture This Resounds

2012 (King Of The Monsters) | dark-ambient, noise-drone

Stampato in 220 copie, il nuovo parto della creatura del californiano Michael Bjella ci immerge subito in una fanghiglia ambient-noise-drone scurissima che si sviluppa per quasi dieci minuti senza grossi clamori. Ogni disco di Gog, parafrasando le parole di Bjella, serve per ricordarci che siamo soli e che l'unica cosa che possiamo fare è tenere gli occhi ben fissi nell'oscurità. Perché tutto quello che l'uomo crea, infatti, si infrange contro l'indifferenza dell'universo. Tutto molto chiaro e radicale, senza fronzoli e false speranze.

Una poetica musicale che, in ogni caso, ha altrove goduto di una resa migliore mentre qui, anche mentre scorrono "90°" (che si spegne lentamente proprio nell'indifferenza dell'universo), "45°" (in cui la componente rumorista è più totalizzante ma anche più gratuita) e la cosmica "180°", si ha la netta impressione che Bjella abbia raschiato un attimino il fondo del barile prima di uscire allo scoperto...

(06/08/2012)

  • Tracklist
  1. 360°
  2. 90°
  3. 45°
  4. 180°
Gog su OndaRock
Recensioni

GOG

Mist from the Random More

(2009 - Utech Records)
Psichedelia "nera" e ambient nel secondo lavoro del chitarrista Michael Bjella

Gog on web